Gubana a modo mio con pasta madre (lievitazione lunga)

Pubblicazione tardiva, ma direi che questo dolce è sempre buono anche se le feste sono alle nostre spalle. La gubana è un dolce tipico friulano, con questa forma tipica a spirale; l’ho vista fare in tv e ho voluto rifarla naturalmente a modo mio.
Ingredienti tipici sono la frutta secca e la grappa, io non ho usato alcolici ma credetemi era fantastico, vi avevo fatto vedere anche questo PANDOLCE IN FIORE molto simile nel sapore fatto in un altra formatura.

Ingredienti:
600 g di farina (ho usato metà spelta e metà manitoba)
250 g circa di pasta madre
200 g di latte
2 uova
80 g di burro ghee
50 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
5 g di sale
300 g di frutta secca mista
100 g dei miei fichi essiccati
qualche cucchiaio di marmellata (io di fichi)

Procedimento:
Ho messo nella planetaria la farina con le uova sbattute, la pasta madre e parte del latte, ho cominciato ad impastare aggiungendo anche lo zucchero, quando l’impasto è quasi formato ho aggiunto il sale con il restante latte, ho lavorato ancora un pochino ed ho iniziato ad aggiungere il burro molto morbido poco per volta fino ad assorbimento.
Ho rovesciato sul piano di lavoro coperto con una ciotola e lasciato riposare un oretta.
Trascorsa l’ora ho dato un giro di pieghe formato una bella palla e messo in frigo coperta per 12 ore.
Ho preparato il ripieno tritando la frutta secca assieme ai fichi, ho aggiunto la cannella e qualche cucchiaio di marmellata di fichi creando un impasto denso ma cremoso

Il giorno dopo ho ripreso l’impasto lasciandolo acclimatare un oretta, l’ho steso formando un rettangolo dove ho steso il ripieno lasciando i bordi vuoti, ho arrotolato dal lato lungo, ben stretto, formando un biscione che ho chiuso alle estremità schiacciando l’impasto, andando poi ad arrotolare formando una spirale tipo chiocciola

ho messo in uno stampo di carta che avevo spennellato con lo staccante che autoproduco, trovate la ricetta di Natalia Cattelani in rete, ho coperto con pellicola e atteso il raddoppio

a raddoppio avvenuto ho spennellato con del latte spolverando con dello zucchero e infornato a 170° (ho usato funzione vapore) per circa un oretta, deve diventare bello dorato

morbidissimo e profumatissimo… il solito golosone di casa ha apprezzato ❤ una volta freddo e dopo averlo assaggiato anch’io 😀 l’ho tagliato a fette e messo nel freezer, altrimenti sparirebbe in una giornata .evil:

Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Pane pizza e affini, Pasta madre. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gubana a modo mio con pasta madre (lievitazione lunga)

  1. Ricordo di aver provato questa torta tempo fa e ne sono rimasta sorpresa! Ha tutti ingredienti che adoro. Complimenti per il risultato e per la pazienza! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...