Pane saraceno con avena e semi+ pane con granella gritz (p.m. di riso)

Un altro pane quasi senza glutine che mi è molto piaciuto, dico quasi perchè la farina d’avena deamarizzata usata in abbinamento alla farina di grano saraceno non è senza glutine, ma la percentuale usata è bassa quindi ho fatto finta che fosse senza glutine 😀 Per le caratteristiche organolettiche e nutrizionali vi consiglio di leggere nel sito SEEED dove potete trovare anche farina d’ avena senza glutine.
Anche questo è stato fatto con la pasta madre di riso di cui vi ho parlato nel post PANE DI RISO, consistenza e lievitazione direi soddisfaccenti, continuo quindi con la sperimentazione negli abbinamenti delle farine senza glutine 😉
Ci sono persone sicuramente più esperte di me nella gestione della pasta madre senza glutine, sicuramente bisogna programmare le panificazioni a meno che vogliate ogni volta fare una nuova pasta madre senza tenerne un pochino da far maturare come si fa con la classica pasta madre; sinceramente a me non sembra una cosa così difficile, io la sto gestendo come una pasta madre normale la tengo in frigo e la rinfresco quando mi serve, di solito la sera per poi utilizzarla la mattina dopo, almeno una volta la settimana.
Non vi nego che sono stata tentata di provare una di quelle farine già belle miscelate per pane/pizze senza glutine ma leggendo gli ingredienti mi è proprio scappata la voglia 😦 addensanti vari, zucchero e tanti ingredienti a me non noti, ho quindi preferito tornare a pensare alle mie splendide farine Seeed 😀
Con questo pane ho voluto provare a fare una lievitazione più lunga in frigo e direi che si può provare a diminuire la dose della pasta madre ed allungare i tempi di lievitazione.

Ingredienti:
250 g di farina di grano saraceno fine
100 g di farina d’avena deamarizzata o senza glutine
400 ml di acqua
150 g di pasta madre di riso rinfrescata
2 cucchiai di olio
5 g di sale
1 cucchiaino di miele
3 cucchiai di semi vari tostati(zucca-lino-girasole-sesamo-chia)

Procedimento:
In una ciotola ho sciolto la pasta madre con tutta l’acqua, ho aggiunto anche il miele, ho quindi aggiunto le farine miscelate e aiutandomi con una spatola ho mischiato bene fino ad ottenere un impasto bello liscio senza grumi come se fosse quello di una torta, ho aggiunto l’olio e i semi girando ancora bene.

Ho foderato lo stampo con carta forno, unto la carta forno e spolverato leggermente di farina, in questo modo sono sicura che non farò fatica a sfornare e staccare la carta 😉
Ho lasciato riposare in forno, luce accesa, per un oretta e poi riposto in frigo per circa 20 ore. Quando l’ho tirato fuori l’ho lasciato ancora in forno per circa 3 ore prima di cuocerlo

Anche questo come quello di riso infornato a 230° (funzione vapore) per 15 minuti poi 30 minuti a 190°


Buonissimo, nulla a che vedere con i miei vecchi esperimenti che trovate qui nel blog 😀 Entusiasta del risultato ho voluto provare un altra miscela di farine con aggiunta di granella di grano saraceno gritz vi dò semplicemente le dosi, il procedimento è identico a questo pane con i semi anche, anche questo lievitato 24 ore.

Ingredienti:
170 g di farina di riso
170 g farina grano saraceno fine
60 g avena
50 g granella gritz
160 g pasta madre di riso
500 ml di acqua
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di olio d’oliva
q.b. di sale

Il risultato è stato questo 😉

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Pane pizza e affini, Pasta madre, Senza glutine. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Pane saraceno con avena e semi+ pane con granella gritz (p.m. di riso)

  1. Chef V. ha detto:

    …ammazza quì siamo a livelli di panificazione suuuupeeer 😉👊
    Quanti post mi ero perso???
    Rimedio subito e do’ un’approfondita spulciata 😚🤟

    • Chicca66 ha detto:

      Con l’impegno in croce rossa ho poco tempo per scrivere…ma cucinare a mangiare non posso esimermi😆mi fa piacere che sei passato😉

      • Chef V. ha detto:

        Grande Chicca… grazie di tutto a te! Sei fra gli eroi più di spicco di questa particolare fase dell’umanità💪😉👊 Grazie davvero a te e agli migliaia di tuoi colleghi

  2. Chicca66 ha detto:

    Grazie per queste parole V. Non sono un eroe credimi io faccio solo servizi secondari, causa salute non posso più fare 118, porto avanti indietro dializati, faccio trasferimenti da ospedale ad ospedale, porto a fare visite e cose di questo tipo…ho un marito però che è in prima linea sul 118 e credimi nella fase uno ero parecchio preoccupata, tornava la sera che era stravolto 😦 ora le cose si sono decisamente calmate anche se ogni volta che entri in un ospedale l’aria che si respira è pesante….Ancora un abbraccio e graie ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...