Crostata ripiena di mele e noci (glutenfree)…e confessioni!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAEd eccomi a proporvi una crostata glutenfree davvero spazziale e piaciutissima. Con questa crostata rifatta due volte in due versioni: vegetariana e vegana, vi voglio confessare che saltuariamente ho ricominciato ad utilizzare le uova, sò che molti di voi non condivideranno e magari criticheranno questa mia scelta, scelta valutata e ponderata con la mia coscienza e sono arrivata alla conclusione che se devo scegliare tra consumare glutine in eccesso oppure consumare un uovo ogni tot negli impasti, preferisco utilizzare un uovo, naturalmente se le compro sono uova che arrivano d’allevamenti conformi al rispetto delle nostre amiche galline, fin’ora ho utilizzato uova che mi dona  un amica, che ha galline razzolanti in mezzo un un bosco, le mie non vogliono esser giustificazioni, visto che  questa amica non le fa morire di vecchiaia le sue galline 😦 ma semplicemente non voglio sentirmi in colpa per il consumo di uova; spesso mi è capitato di sentir dire ad amici vegani che se avessero la possibilità di tenere delle galline solo per fare le uova lo farebbero…qualcuno mi ha criticato anche per il fatto che ho ricominciato a cucinare la carne per Marco, fin dall’inizio ho pensato che la mia alimentazione non avrebbe dovuto creare probblemi ed ostacolare l’amore che provo per lui e così è, lui rispetta me e io rispetto lui cercando di venirci incontro l’un l’altro, non ha mai detto di no ad un pranzo o ad una cena vegana con amici, come io non direi di no se volesse invitare amici onnivori a casa mia, anzi mi piace dire casa nostra…non sono mai stata una di quelle vegane che considera chi mangia carne dei mangiatori di cadaveri e non ho mai condiviso l’integralismo vegano, perchè ho sempre pensato che con l’integralismo non si va da nessuna parte! Sono stata dura e rigida con mio figlio per quanto riguarda l’alimentazione e non ho ottenuto nulla, quindi d’ora in avanti la mia mente sarà più elastica, anche se, naturalmente anche a Marco cerco di far capire che troppa carne non va bene per tutta una serie di motivi, vero amore? 😀 Lascio a voi l’eventuale dibattito sulla questione se ne avete voglia 😉
Ma veniamo alla crostata, per la versione vegana è stata rivisitata  QUESTA VERSIONE, vi mostrerò le foto di entrambe le crostate (nella speranza di non creare stupide polemiche); per quella vegetariana vi dico solo che ho preso spunto dalla frolla senza glutine di Luca Montersino, famoso pasticcere, se volete cercate in rete. La differenza sostanziale stà naturalmente nella lavorazione dell’impasto, per quanto riguarda la friabilità come vedrete dalle foto sono tutte due molto friabili, per la vegetariana ho usato zucchero di canna chiaro fatto a velo e burro di soia, mentre nella versione vegana ho eliminato anche lo zucchero usando  scripoppo di riso e olio d’oliva al posto del burro di soia. L’idea della crostata chiusa mi è venuta rivedendo LA CROSTATA MATTA crostata che a suo tempo era molto apprezzata.

Ingredienti:
290 g di farina di riso
160 g di farina di mais fioretto
5 g di cremortartaro
40 g di lecitina di soia
130 g di olio d’olia delicato
q.b. di acqua
140 g+2 cucchiai di sciroppo di riso
1 pizzico di sale
3 mele gialle
1 limone il succo
noci
marmellata (gusto a
piacere)

Procedimento:
Come prima cosa coprite la lecitina di soia con poca acqua, lasciate che si ammorbidisca almeno 10 minuti, setacciate le farine con il cremortartaro che metterete in una ciotola; riprendete la lecitina alla quale aggiungerete l’olio e lo sciroppo di riso, frullate il tutto fino ad ottenere una consistenza spumosa, aggiungete il tutto alle farine e lavorate fino ad ottenere un composto lavorabile con le mani, se ce ne fosse bisogno aggiungete qualche cucchiaio di farine, fate una palla e lasciatela riposare in frigo anche 2 ore.
Mentre l’impasto riposa tagliate a tocchetti le mele che farete saltare 5 minuti con il succo di limone, un pochino di scriroppo di riso e le noci spezzettate.
Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti uguali, aiutandovi con della carta forno fate un disco dello spessore di 3/4 mm, (la teglia usata era  28 cm di Ø), che andrete a bucherellare, dovete essere molto delicati nel maneggiare impasto, soprattutto quando andrete a mettere il disco di chiusura, dopo aver steso sul fondo uno strato di marmellata e aver versato le mele con le noci
OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERAbucherellate ancora anche la parte superiore con una forchetta e terminate decorando a piacere con la frolla avanzata (chiedo venia questa foto è la vegetariana, mi son dimenticata di fare le foto della versione vegan perchè presa dalla delicatezza dei movimenti, se provate a fare le due versioni capirete cosa intendo)
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ora potete o spennellare la superficie con lo sciroppo di riso oppure con della marmellata come ho fatto nella versione vegetariana.
Infornate a 170/175° per 35 minuti, poi spegnete e lasciate ancora 10 minuti nel forno spento e con lo sportello aperto
prima di tagliare fate raffreddare benissimo la crostata, meglio se la mettete anche in frigorifero riuscirete a tagliarla meglio e sarà meno sbriciolosa 🙂
non voglio fare l’ipocrita e vi dico che non saprei dirvi quale delle due mi sia piaciuta di più, vi dico solo che la versione vegana l’ho quasi tutta mangiata da sola 😳 la restante è stata portata alla mia amica Lella, la testatrice per la celiachia  e anche questa volta il suo giudizio mi ha stimolato ad andare avanti su questa strada!
OLYMPUS DIGITAL CAMERAa voi il giudizio finale se la provate, ma sono sicura che vi piacerà 😉
OLYMPUS DIGITAL CAMERAQuesta qui sotto è la versione vegetariana, ad ognuno di voi la scelta di decidere come farla, ci tengo a sottolineare che le uova comunque non sono indispensabili, la mia ha voluto anche essere una prova, visto che sono anni che non le usavo e il mio consumo continuerà ad essere sporadico!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
l’interno
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ps: i cuoricini erano per San Valentino, anche se l’abbiamo mangiata il giorno dopo, da quando conosco Marco è San Valentino tutti i giorni, ogni giorno di più 😳 😀
Lu ci terrei ad un tuo giudizio 😉 Non su Marco naturalmente ma sulla crostata 😀

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Senza glutine. Contrassegna il permalink.

48 risposte a Crostata ripiena di mele e noci (glutenfree)…e confessioni!

  1. Maria ha detto:

    Dove posso trovare la ricetta della crostata versione vegetariana ?
    Grazie

  2. Erbaviola ha detto:

    Wow la voglio fare subito!!! Per lecitina di soia intendi quella specie di granulato in barattolo? È una cosa che non uso e non vorrei sbagliare a comprarla! Spero che arrivi la risposta prima della chiusura dell’erboristeria perché mi hai proprio fatto venire voglia!
    Sul resto.. Penso anch’io che la tolleranza sia fondamentale e sono convinta che pochissimi siano disposti ad ascoltare un estremista isterico. Preferisco utilizzare la parola e l’esempio, senza escludere nessuno. Ognuno ha i suoi tempi per il cambiamento…

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie erbetta delle tue parole, hai usato il termine davvero azzeccato sai: estremista isterico! In effetti mi è capitato di vederne tanti, come mi è capitato di vedere tanti, troppi, vegani anoressici che nascondono i loro probblemi alimentari dietro l’etica e la passione forsennata per la cucina vegana 😦 Come detto nel post ho sbagliato troppo cercando d’impormi con mio figlio, se fossi stata più tollerante forse avrei ottenuto di più e mi sarei evitata parecchie discussioni sterili 😦
      Ps: si la lecitina di soia è quella granulare la trovi anche al supermercato!
      Ti abbraccio augurandodi un sereno week…voglio sapere se ti è piaciuta 😀

  3. Sole ha detto:

    Ciao Chicca,
    mi piace questo dibattito, cose spesso già ribadite nei nostri blog, ma che assolutamente vanno rinfrescati ogni tanto.
    Io sostanzialmente mi ritengo vegana,anche se a tutti dico di essere vegetariana così la smettono di rompere le palle, manco sanno cosa vuol dire, e a parte nei casi di estrema necessità sociale, in cui l’uovo diventa parte integrante di un piatto, oppure quando non sanno cosa farmi accetto uovo a e formaggio, per non ridurmi a pasta al pomodoro (magari quello per gli spaghetti alla busara, unto e straunto che a scriverlo mi ritorna su!!!). Credo che la tolleranza sia alla base del veganismo. Quindi cerchiamo di essere più rispettosi nel complesso, portando l’esempio soprattutto. Quindi sono certa che il tuo Marco capisce e comprende tutto questo.
    Con mio marito sono arrivata al punto che carne a casa non ne entra più, pesce pocopochissimo, e formaggi limitati. Le uova del pollaio di mia suocera. Quelle del super, anche se allevate a terra, non le compro nemmeno se devo preparare un dolce per felici mangiatutto! (tanto i dolci vegani, se non glielo dici, sono alla pari degli altri).
    Quindi solidarietà a te! 🙂

    • Chicca66 ha detto:

      Elena carissima ciao, come stai? Non son più passata nemmeno da te 😦 Chiedo venia! Già, troppo spesso queste cose vengono ribadite nei nostri blog, e come detto sopra avevo bisogno di uno sfogo. Marco è davvero una persona speciale e capisce perfettamente, sai forse ero io che dovevo capire determinati meccanismi, come detto sopra, i miei errori sono stati principalmente fatti con mio figlio, che è e resterà la cosa più bella che io abbia mai fatto, anche se un po’ di tempo fa mi ha detto che cerca di mangiare meno carne cercando di seguire i consigli di suo padre (vegetariano), io ero troppo intransigente…ma va beh! Se vorrà perdonare i miei errori e capire lo farà…
      Grazie della solidarietà 😉 Un abbraccione
      Ps: sai che l’ho poi letto Shantaram, ho fatto un po’ fatica, ci sono stati dei pezzi che era davvero un mattone 😀

  4. lacucinadellacapra ha detto:

    ciao Chicca, che bella riflessione che hai lanciato! Io ho molti più amici onnivori che vegani, certamente sanno che se cucino io si mangia vegetale (e non si lamentano!) ma tante volte partecipo a tavolate a base di carne, e mi accontento di insalata &patate arrosto… non mi lamento neppure io perchè penso che anche io prima mangiavo carne, e magari qualcuno di loro continuerà il percorso eliminandola, chissà, l’importante è essere aperti verso le persone e non escludenti 😀 complimenti per le crostate!

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie carissima, non possiamo eliminare dalla nostra vita tutte le persone che non si alimentano come noi, credo che la maggior parte di noi dovrebbe escludere tante persone che amano…
      Devo dire che finora ho avuto la fortuna che anche se ospitata da persone onnivore si sono sempre fatte in 4 per farmi sentire a mio agio, anche pechè sinceramente come te a me basta poco per sentirmi a mio agio, mi basta una bella insalatona e della verdura e io sono a posto 😉
      Ti abbraccio

  5. raffaellascola ha detto:

    Questa crostata è una tentazione…. 😛 ne mangerei una bella fetta adesso!!! 🙂

  6. elenadir ha detto:

    Cara Chicca, la crostata la proverò prima o poi. Per quanto riguarda il tuo discorso, sono d’accordo, non è con l’intransigenza che si ottengono risultati, e per quanto riguarda il tuo sporadico consumo di uova, è una questione che riguarda SOLO la tua coscienza, se qualcuno ti leva l’amicizia per questo motivo, significa che l’amicizia non era vera.
    Per quanto mi riguarda anche io consumo uova e latticini sporadicamente se posso lo evito, ma a volte preferisco scendere a compromessi per non complicare la vita a chi mi ospita, anche se mi piacerebbe che mi sia dedicato lo stesso riguardo che uso per i mie ospiti onnivori, e questo perché mi hanno insegnato che l’ospite è sacro e va fatto sentire a casa sua.
    Un abbraccio

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Nadir, hai ragione carissima l’ospite è sacro! Ma per me Marco ormai non è un semplice ospite, è davvero molto di più… e se all’inizio ho dovuto superare un muro che credevo fosse diventato invalicabile, ora abbiamo raggiunto un equilibrio che ci fa star benissimo insieme indipendentemente da quello che ognuno di noi mangia, certo è che gli faccio comunque “na capa tanta” visto che è un disordinatone in fatto di alimentazione, e lo sa…vero amore? 😀
      Ti abbraccio caramente

  7. Barbara ha detto:

    tesoro.
    ti dirò una cosa in tutta franchezza. ma tutta, è.
    eccola:

    ma che cacchio te ne frega di cosa pensa “la gente” se mangi un uovo? ma perchè è così ricorrente ed importante per te ciò che pensa chi non è nelle tue scarpe?
    ma perchè?
    vivi serenamente, non sottostare al brutale meccanismo psicologico della schiavitù di pensiero ideologica….
    chi critica esisterà sempre.
    dunque, fregatene.
    hai compiuto dei passi in piena cosciena, stai bene, vivi un momento felice. goditelo.
    e gli altri, ciò che pensano, saranno pure cavolacci loro.

    baci. ♥

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Bibi cara, e grazie della tua franchezza che sai che ammiro! Il mio non voleva essere il sapere cosa pensa la gente, chi mi conosce sà che me ne sono sempre fregata altamente di quello che pensa la gente! Il mio è un semplice sfogo, il blog serve anche a questo giusto? Con piacere vedo che la discussione c’è, tutti i passi che ho sempre fatto in vita mia sono sempre stati fatti con coscieza, e mai come ora sono consapevole di tutto quello che la vita mi stà regalando e cerco di godermelo il più possibile;-) Bacioni
      Ps: non sono mai stata schiava di nulla, e nel momento in cui mi sono accorta d’esser schiava di un qualcosa che mi rendeva infelice me gli ho dato un taglio, anche se con tanta tristezza nel cuore lasciandomi alle spalle 31 anni della mia vita….a ribacio ❤

  8. Fine ha detto:

    Io esteticamente parlando preferisco quella vegan..
    Poi onestamente credo che si se sceglie di essere vegani lo si debba essere fino in fondo,
    giusto per essere coerenti.
    Detto cio’ credo comunque che tu non debba giustificarti con nessuno se hai deciso di fare degli strappi alla regola.
    “LA REGOLA ?” (vedi come ci riduciamo a pensare ?)
    Essere vegani non impone regole, esserlo non deve essere un sacrificio ma un piacere,
    per me lo e’ ed io non voglio neanche sentir parlare di uova o latte, ma ciò non toglie che
    non mi considero un’estremista isterica bensì una persona ferma sulle sue idee.
    Ognuno di noi e’ disposto a scendere a compromessi su cio’ che ritiene più o meno importante..
    Io non cucinerei la carne a nessuno neanche se mi morisse davanti ma sono scelte precise che condizionano la vita e tocca prenderne atto.
    Buona vita.

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Fine, benvenuta nel blog e grazie della tua testimonianza! Forse hai ragione e sono incoerente, ma in questo momento sono felice d’esserlo! Come dici tu si fanno delle scelte nella vita e io sinceramente se potessi salvare qualcuno magari cucinandogli della carne lo farei, la vita è vita, mi dispiace dirlo ma ho avuto il triste piacere di conoscere vegani che magari salvano una mosca ma se vedono un essere umano per strada bisognoso lo scavalcano e tirano dritto…Quindi io ho deciso si di scendere a compromessi per amore dell’uomo che amo!
      Senza polemiche un caro saluto e buona vita anche a te 😉

  9. TINe ha detto:

    Senza voler fare alcun commento sulla tua scelta di ricominicare a mangiare uova (poi io sono vegetariana, quindi non ti potrei dir niente!), volevo renderti partecipe di uno scambio di battute tra mio padre e me riguardo alle galline:
    TINe: papà, se compriamo casa con un bel terreno io voglio delle gallinelle :)!
    Papà di TINe: eh, vabbeh…ma quando è il momento chi le ammazza? Io proprio no!
    TINe: eh…moriranno pure di vecchiaia, no???
    buona settimana Chicca e vivi serena, che per una come te purtroppo ce e sono 500.000 che fanno una marea di danni quanto ad abitudini alimentari!

    • Chicca66 ha detto:

      Grande TINe 🙂 Forte il papà 😀 Ci tengo comunqua a risottolineare che il mio è stato più un esperimento e continuerò per la mia strada cercando di fare esperimenti per ottenere risultati buoni e salutari anche senza l’uso delle uova 😉
      Un abbraccione

  10. saretta ha detto:

    Cara Chicca, questo post è bellissimo, perchè viene dal cuore.Condivido su tutta la linea.Benchè non possa definirmi vegana(sebbene la mia alimentazione lo sia per la maggior parte), visto che consumo anche derivati animali a volte ed un po’ di pesce, sono sempre stata per la TOLLERANZA.Non sopporto chi punta il dito e fa violenza verbale, sono i primi che si comportano male.Conta che io ami miei cari la carne , che non sopporto, l’h cucinata e con tanto amore.Le mie scelte sono le mie, rispetto e voglio essere rispettata.
    E questa crostata è una grande dichiarazione d’Amore.
    Un abbraccio Chicca!

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie anche a te saretta della tua testimonianza 🙂 Ho imparato che prima di di puntare il dito contro qualcuno bisogna sempre prima puntarlo contro se stessi! 😉
      La tolleranza credo sia il prima passo per ottenere qualcosa da chi vogliamo che ci ascolti.
      Un abbraccio anche a te

  11. Sara ha detto:

    Ciao Chicca! mi sono segnata subito l’idea di questa crostata, davvero sfiziosa, io adoro sia le noci che le mele, e non le ho mai abbinate insieme. Per quanto riguarda la tua “confessione”..bhè cara, ma sei tu che sai cosa è giusto per te, mica gli altri! io non mi permetto mai di giudicare le abitudini anche alimentari delle altre persone, perchè ognuno ha un suo percorso, una sua storia, si cambia idea mille volte, si fanno tentativi, ed è sacrosanto che ci sia la massima libertà di farlo. Quindi, se ti vanno le uova, e pensi che sia giusto, mangiale e amen!
    un bacione

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Sara, e si direi che è proprio sfiziosa questa crostata! Sai io non sono una che cambia idea mille volte, anzi difficilmente cambio idea su quel che penso a meno che qualcuno non riesca a farmi capire che sbaglio e allora se necessario ho l’umiltà di chiedere scusa, come vorrei chiedere scusa a mio figlio per le volte che gli ho triturato i c…oni (scusate)per l’alimentazione, e l’ho farò appena me ne darà l’occasione visto che è latitante da mesi e ci sentiamo davvero poco (non ha mai tempo per me 😦 )!
      Tornarndo al discorso uova, io non ho sentito e non sento la mancanza delle uova i miei sono stati solo esperimenti per ottenere pietanze diverse, e se devo esser sincera l’odore dell’uovo mi da fastidio se lo sento molto! Ho fatto delle prove con degli impasti per ottenere piatti senza gutine, e come detto nel post se devo scegliere tra il consumo di un uovo ogni tanto e una pietanza che contenga glutine preferisco la prima perchè come ripeto da mesi senza glutine per me è meglio (ripeto per ME)! Le convinzioni acquisite in questi anni rimangono tali e cioè VEGAN E’ MEGLIO 😀 un abbraccio tesoro

  12. TINe ha detto:

    Ciao Chicca, ti ho assegnato un premio e mi farebbe tanto piacere se passassi da me a ritirarlo!
    Un abbraccio

  13. Cami ha detto:

    La crostata e’ meravigliosa e sei bravissima, ti stai specializzando sempre più e affinando la tua cucina senza glutine ^_^

    Riguardo le uova, Chicca vivi libera di fare quello che vuoi e soprattutto non sentirti ‘costretta’ a confessarti… E chi siamo noi per giudicare le tue scelte?
    Capisco che con la cucina senza glutine alle volte diventa più difficile ottenere dei buoni risultati con la pasta fatta in casa, i dolci etc… Quindi il tuo consumo di uova e’ ovviamente comprensibile 😀
    Io non ho nulla da rimproverarti o da dirti, liberissima di mangiare quello che vuoi e che preferisci…nessuno ti farà un processo!!!!
    L’unica cosa, personalmente parlando, io non riuscirei a cucinare carne, a toccare un animale morto con le mani… Questo no, ma non giudico il fatto che tu la cucini per Marco o suoi amici… Mi capita, moooolllltttooo di rado, di cucinare una frittata o un uovo sodo per Adriano, rispetto la sua scelta vegetariana e non lo obbligo a diventare vegan… Sarà lui a seguire il percorso più giusto e consono per lui!!!!
    Comunque davvero, sei ammirevole… Perché hai sentito di parlarne con noi perché sentivi questa cosa come un peso e come un atto di non trasparenza nei nostri confronti… Sei dolcissima ❤
    Vivi serena e mangia queste buone crostate e avrai sempre il nostro appoggio!!!
    😀

    Un abbraccio immenso :*

    • Chicca66 ha detto:

      Cara Cami, le tue parole mi toccano davvero il cuore 😳 Sai forse è proprio come dici tu…in effetti si, sentivo forse un peso proprio nei vostri confronti e verso tutte le tante persone vegane e non che mi seguono! Anche se come già detto sono e sarò sempre una persona che va avanti per la sua strada indipendetemente dal giudizio degli altri…non solo per quanto riguarda la cucina!
      Sai la prima volta che ho cucinato la carne a Marco ho dovuto farmi davvero tanta violenza, ma l’ho superata, non mi ha mai chiesto nulla, le prime volte è capitato che se la cucinasse lui, il nostro amore stà crescendo giorno per giorno sempre più forte e ho superato quindi questo ostacolo, e sono sicura che lui non mi avrebbe mai chiesto nulla tutto è venuto da me…
      Ti abbraccio forte forte 🙂

  14. annie78s ha detto:

    Ciao, Chiccuccia 🙂
    Comincio col dirti che son strafelice per te e Marco, finalmente un’ottima notizia!!!
    Per la crostata non posso non farti i miei complimentoni, ma con te è sempre un fatto ovvio 😉
    Per il discorso onnivori/vegani/vegetariani: non mangio carne, pesce e uova (da quando son nata, nonostante i miei genitori mi abbiano forzata in tutti i modi), Valerio mangia qualsiasi cosa; cucino per lui anche questi alimenti che a me proprio non piacciono, ma ho un segreto: ci metto AMORE e TOLLERANZA 😉
    Ho imparato a cucinare qualsiasi cosa e sono contenta per questo, lui ha imparato a mangiare meno carne, pesce e niente più uova 🙂
    L’amore è venirsi incontro e capacità di mediazione 🙂
    Ho lasciato il blog dove ci siam conosciute anche per queste ragioni: non amo la caccia alle streghe, il non rispetto e lo snobismo…ho abbandonato quel posto (non in silenzio) perché si predicava bene e si razzolava male, molto male, ho trovato le mie ricette in un’applicazione a pagamento e so che si tirano su bei soldini in quel modo, nonostante il grande capo negasse…Valerio lavora sviluppando proprio applicazioni per cellulari e tablet…pensa te 😉
    Ma quand’è che si organizza una cenetta tra di noi???

    • Chicca66 ha detto:

      Anni cara 😀 Che bello sentirti! Già, dopo ogni tempesta torna sempre il sereno e il mio sereno si chiama Marco 🙂
      Le tue parole sono davvero l’essenza di tutto: AMORE e TOLLERANZA! Cose che troppo spesso vengono a mangare in un rapporto di coppia e poi succedono i patatrac 😦
      Sai io da VB me ne sono andata in silenzio, non ho voluto polemiche, non fa parte del mio modus vivendi, a meno che non sia strettamente necessario polemizzare, non posso negare d’aver passato momenti belli su quel blog e non finirò mai di ringraziare per la fortuna che ho avuto di conoscere tante belle persone! Sai quante mie ricette e foto ho trovato in giro nel web o foto usate per ricette anche onnivore, cosa devi farci!
      Tornando a noi, se non ricordo male l’ultima volta mi hai detto che vivevi a Bergamo, giusto? Se ti fa piacere ci potremmo sentire in privato e non è detto che si possa organizzare una bella cenetta 🙂 Ti abbraccio forte forte

      • annie78s ha detto:

        Sarei davvero felice di organizzare una bella cenetta!!! Io vivo ancora a Bergamo, sentiamoci in privato ché così ci mettiamo d’accordo 🙂 Baciotti, cucciola 🙂 A prestissimo 😉 un abbraccio anche a Marco.

      • Chicca66 ha detto:

        annie scusa il ritardo nella risposta, ti scrivo presto oppure se vuoi puoi farlo anche tu chicca66@email.it 🙂 Baciotti anche a te

  15. Lux ha detto:

    brava, meglio evitare , per le tue prob, lecitina e amidi. Brava bravissima!

  16. Marianna ha detto:

    Ciao Chicca, complimenti per il tuo blog e per questa deliziosa ricetta. Ti seguivo in silenzio già su VB e ti ho sempre ammirata per la tua personalità forte e creativa…. pensa cosa può fa trapelare una “semplice ricetta”!!
    Per il discorso Uova, apprezzo molto la tua sincerità nel voler esporre i tuoi pensieri. Io sono felicemente vegetariana da 3 anni… aspirante vegana…. il guaio per me non sono assolutamente le uova (che ne faccio volentieri a meno), quanto il formaggio! e sono mesi che penso di fare il grande salto ma poi mi ritrovo sempre a lasciar perdere… così, ne mangio poco ogni tanto.
    Da vegetariana non mi son mai sentita in diritto di giudicare o di fare filippiche a qualcuno che mangia carne; credo che tutti vadano rispettati per le loro scelte alimentari, e anche che la cosa importante sia sentirsi a posto con la propria coscenza. A conclusione: sicuramente persone come noi che fanno un uso moderato ed accorto di alimenti di origine animale, danno un grande contributo a questo mondo impazzito ed imbizzarrito per il consumo di carne… e (per quell’uovo che metti una volta al mese nel tuo impasto…) non devi neanche pensare di metterti in discussione grande Chicca!
    Sinceramente, Marianna.

    • Chicca66 ha detto:

      Marianna le tue parole mi fanno davvero tanto piacere e mi emozionano 😳 e credimi lo dico dal cuore, fa sempre molto piacere essere gratificati dai mie lettori e a maggior ragione tu che mi segui da così tanto tempo.
      Sai non ti nego che ho fatto tanta fatica anch’io a liberarmi dai formaggi che adoravo, ma una volta che riesci a liberare mente e sopratutto corpo dai residui dei latticini non ne senti più la necessità!
      Mi fa sorridere 😀 il fatto che tu sottilinei la mia sincerità nel voler dire del mio consumo di uova saltuario, mi fa sorridere xè in questi mesi mi son sentita dire più volte che avrei dovuto essere meno sincera in determinate occasioni e tenermi per me certe cose…ma io non ci riesco devo essere sincera col mondo intero a costo d’esser giudicata ed è proprio per questo che ho allontanto da me persone che mi hanno dato riprova d’esser false ed ipocrite…ma tornando a noi mi fa davvero tanto piacere la tua testimonianza e mi farebbe piacere sentirti qua sul blog quando vuoi 😉 Un grande abbraccio augurandoti buon weekand

  17. mammafede ha detto:

    mmm….sembra deliziosa!! Ci proverò!!

  18. annalisa ha detto:

    Ciao Chicca, complimenti per questa crostata, ha un aspetto delizioso. Ti conosco da quando ti leggevo su VB (io sono ancora li, ho letto delle varie polemiche, sicuramente ci sono cose sbagliate, ma e’ anche vero che ci sono un sacco di belle ricette, ben documentate) e ora ti seguo sul tuo blog.
    Io forse sono celiaca (ho fatto la gastro la settimana scorsa, sto aspettando i risultati) e da quando ho scoperto questo (ho i valori del sangue molto alti per la celiachia) sto cercando varie ricette glutenfree, mi piace che qui ce ne siano parecchie 🙂
    Per il discorso uova ti capisco benissimo, anch’io tendenzialmente mangio vegan, pero’ ogni tanto faccio un eccezione (se sono ospite ad esempio non pretendo tutto completamente vegetale, solo la carne proprio non la mangio). Non sopporto l’integralismo da nessuna parte, trovo che riesca a rovinare anche il principio migliore, i muri non hanno mai aiutato nessuno. Purtroppo in rete trovi persone che o tutto o niente, che fanno delle filippiche senza fine su questi discorsi, ma io credo che siano piu’ quelli che allontanano piuttosto che quelli che convincono. Per il discorso celiachia ho visto che parecchi prodotti contengono uova, non dico che li mangero’ ogni giorno, pero’ non voglio fare troppo la difficile.
    grazie ancora per le tue ricette!

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Annalisa, mi fa sempre molto piacere vedere che chi mi seguiva su veganblog mi segue anche ora, in tutta umiltà credo d’aver dato non poco il mio contributo in VB fosse solo anche per le quasi 600 ricette inserite 🙂
      Spero con tutto il cuore che la gastroscopia sia negativa, anche se sei già risultata positiva hai test delle gliadine non è un buon segno 😦
      Io come più volte ripetuto non sono ciliaca, ma sicuramente ero parecchio intasata dal glutine e stò decisamente meglio da quando lo consumo con parsimonia! Concordo sul resto del discorso, le filippiche non portano a nulla; e come dico spesso ho imparato in primis a non giudicare mai nessuno ne per quello che mangiano ne per il loro credo politico 😉 E’ vero i prodotti per ciliaci contengono spesso uova ma io credo che se ti impegni riesci a vivere bene anche stando lontana da tanti prodotti preconfezionati che sinceramente non sono stò granche 😉 Ti faccio i miei auguri sinceri, mi farebbe piacere sapere come va la gastro 😉 Un abbraccio sincero

      • Annalisa ha detto:

        Ciao Chicca,
        scusa se ti scrivo solo ora, ma l’iter e’ stato un po’ lungo… La gastro ha rivelato una lesione di primo livello, per cui il medico mi ha prescritto il ricontrollo delle anti transglutaminasi e il controllo dell’endomisio. Sono risultata positiva da entrambe, per cui d’ora in avanti non potro’ piu’ consumare glutine.
        Hai ragione sui prodotto confezionati, devo dire che non ne uso praticamente mai (non so cosa siano salti in padella e affini, non compro mai sughi o piatti pronti), mi piace autoprodurre quasi tutto (grazie anche a blog come il tuo), Il problema con i prodotti gluten free e’ che anche il pane spesso contiene uovo… Pero’ devo ammettere che prendo questa diagnosi come una nuova sfida… Cosi’ come quando quindici anni sono diventata vegetariana e ho imparato a cucinare togliendo vari ingredienti, ora si tratta di toglierne solo altri… 🙂
        Un abbraccio anche a te

      • Chicca66 ha detto:

        Annalisa cara mi dispiace davvero tanto dell’esito della tua gastro 😦 Però credimi detto da una che viveva di glutine, posso dirti che potrai vivere benissimo e poter creare piatti e pietanze gustosissimi ugualmente e spero davvero che le mie umili ricette senza glutine possano darti un piccolo aiutino 😉 Non essere severa con te stessa e secondo me devi solo dire che non dovrai togliere ma aggiungere semplicemente magari alimenti nuovi che prima non conoscevi bene, ora hai la possibilità di sperimentare ed approfondire, non vedere il tuo piccolo probblema come una privazione, vedrai che riuscirai a superare le difficoltà del primo momento quando scoprirai che ci sono tantissime cose buone senza glutine!
        Tienimi aggiornata un grande abbraccio 😀

  19. Pingback: Crostata alle fragole senza glutine | Magie Vegan di Chicca

  20. Pingback: Cioccolatini alle nocciole | Magie Vegan di Chicca

  21. Giulia ha detto:

    Ciao!! Ho appena fatto la crostata veg
    Perché non riesco a amalgamare bene tutti gli ingredienti? Quando la metto nella teglia si rompe un pò è normale??

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Giulia si è abbastanza normale fare un po’ più di fatica rispetto ad una crostata normale, USA carta forno come suggerito….vedrai che verrà comunque buona…un abbraccio

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Giulia scusa il ritardo nella risposta 😦 Si è normale fare un po’ più fatica ma non impossibile credimi l’esperienza aiuta, leggi bene i suggerimenti…fammi sapere un saluto

  22. Questa frolla sarà mia!!! cercavo proprio una ricetta del genere! grazie cara!
    Manu

  23. Pingback: Crostata saracena ripiena | Magie vegan di Chicca e non solo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...