Mono e digliceridi degli acidi grassi


Ed eccomi a parlare di un argomento toccato in questo post: TAGLIATELLE DI MAIS CON ZUCCHINE E AZUKI in seguito ad un commento di LUX, commento che vi riporto:
Quando acquisti prodotti, anche Bio Sbio Strabio, occhio a:
—-> Ingredienti: Farina di mais, Emulsionante: E 471
Probabilmente non vi dirà nulla questa sigla ma, al contrario, dovreste stare molto attente, dolci Vegane, perchè dietro a queste sigle innocue si celano brutte sorprese!
Gli emulsionanti sono al 90% di origine animale. In pratica sono le gelatine dei resti o scarti di lavorazione della macelleria. Il restante 10% si compone di acidi grassi derivati da olii che solo a vederli uno sta male di stomaco. Un trucchetto per scoprire se nella lavorazione vi sono inseriti scarti animali è quello di controllare che non vi siano proteine tra le info nutrizionali.
Comunque consiglio vivamente a TUTTE di evitare l’acquisto di queste tipologie di prodotti.
Sono solo consigli e considerazioni mie senza valore scientifico ok?

Beh! Siccome la cosa mi ha lasciato un po’ così e chi mi conosce sa le motivazioni che mi hanno spinto a diventare inizialmente vegana e cioè per probblemi di salute, ho voluto documentarmi e quello che ho trovato in merito ai così detti emulsionanti (E471) non mi è piaciuto per nulla :-( Qui di seguito vi riporto alcune notizie:
generalmente i mono e digliceridi degli acidi grassi sono un complesso di differenti prodotti che presenta una composizione simile al grasso naturale parzialmente digerito.
I mono e digliceridi degli acidi grassi vengono indicati nell’etichetta dei prodotti alimentari a cui sono addizionati con la sigla E471. Sono un additivo ampiamente impiegato dall’industria alimentare come emulsionante, ossia con la funzione di stabilizzare e omogeneizzare nei prodotti alimentari sostanze non miscibili tra loro allo scopo di prolungarne la morbidezza (o impedire che si raffermi) oppure per aumentarne il volume.
I mono e digliceridi degli acidi grassi e471 vengono ricavati:
da oli vegetali di scarsa qualità come l’olio di cocco e l’olio di palma;
oppure da scarti animali (scarti della macellazione come corna,unghie e grasso)
Poichè soltanto i produttori possono fornire informazioni dettagliate circa l’origine degli acidi grassi, vegetariani e vegani preferiscono evitare i prodotti contenenti e471, a meno che non siano certi della provenienza di origine vegetale dei mono e digliceridi degli acidi grassi. Inoltre, poichè vi è il rischio della presenza di grasso di maiale, anche Musulmani ed Ebrei evitano gli alimenti contenenti e471, a meno che non vi sia rassicurazione da parte del produttore sull’origine vegetale di questo additivo.
Occorre precisare comunque che, dal punto di vista chimico, gli acidi grassi di origine animale e quelli di origine vegetale sono identici.
I mono e digliceridi degli acidi grassi possono essere addizionati dall’industria alimentare in numerosi preparati, tra cui:
prodotti da forno
gelati
nel composto base dei chewingum
prodotti di pasticceria
cioccolato
margarine
Quando ho letto SCARTI DELLA MACELLAZIONE mi si sono leggermente aggrovigliate le budella :-(
In rete potete trovare altre notizie ma il concetto è questo e la domanda è: SONO DI ORIGINE VEGETALE (COMUNQUE NA SCHIFEZA) O ANIMALE???
Presa dalla curiosità e sopratutto dal voler sapere l’origine dell’emulsionante usato in queste paste ho provato a scrivere alle due aziende di cui ho prodotti in casa, esattamente la BiAglut e al Pastificio Lensi. Sono trascorsi parecchi giorni, ma a tutt’oggi non ho ancora ricevuto risposta. Vi chiederei a questo punto di buttare via 5 minuti del vostro tempo per provare a fare la stessa cosa anche voi, magari se ricevono più richieste di delucidazione a qualcuno risponderanno! Tra l’altro BiAglut trovate la pagina anche su Facebook!
http://www.facebook.com/#!/BiAglut?fref=ts
Nell’attesa della risposta che son sicura difficilmente arriverà una volta finito quello che ho in casa anche questo tipo di pasta sarà bandito dalla mia dispensa, passi se l’emulsionante è ti origine vegetale che ribadisco è comunque poco salutare, ma se ci accontentiamo di questa pasta una volta ogni tanto come faccio io ci può anche stare! Voi che dite??
Scrivete anche voi perfavore!

Gallery | Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e riflessioni. Contrassegna il permalink.

32 risposte a Mono e digliceridi degli acidi grassi

  1. cucinoincina ha detto:

    grazie per le info CHicca! io uso un’altra marca che ha delle tagliatelle ottime di sapore: controllerò tra gli ingredienti e scriverò anche a questa azienda, così ci togliamo tutti i sassolini… ;)

    • Chicca66 ha detto:

      Di nulla Marta, brava scrivi e vediamo se a qualcuno risponderanno, anche se come detto ho i miei dubbi che abbiano interesse a rispondere a 4 vegane :-(

      • Lux ha detto:

        Per legge quello che dovevano fare l’hanno fatto. Brava Chicca.

      • Chicca66 ha detto:

        Caro Lu, lo sai che la pensiamo allo stesso modo, per legge si possono fare sempre troppe porcate per i miei gusti! Ancora non mi ha risposte nessuno :-( E dubito che lo facciano, ho guardato comunque anch’io la pastina presa al naturaSi e c’è scittto “senza emulsionanti”…fidarsi? Io voglio continuare a sperare che qualcuno che faccia le cose in modo onesto e attento alla nostra salute ci sia! Spero che siano in tanti a scrivere a queste aziende per chiedere delucidazioni, io non sono nessuno ma se la voce circola magari qualcosa si può fare! Un bacione

      • Lux ha detto:

        bacio Chicca e stai lontana anche dal prodotto oggetto del mio ultimo articolo ok?

      • Chicca66 ha detto:

        Stò leggendo ora :-)

  2. Felicia ha detto:

    Hai fatto bene ad appronfondire l’argomento….. è sempre utile conoscere con certezza quello che si acquista e si mangia… fortunatamente non ho mai acquistato questa pasta, altrimenti mi si sarebbero aggrovigliate le budella anche a me :-( ho in casa una confezione di pasta acquistata al bio, (minestrina) avevo controllato immediatamente gli ingredienti, fortunatamente solo farina di mais e basta………

    • Chicca66 ha detto:

      Anch’io ho preso la pastina al naturaSi e nella mia sono contenuti questi emulsionanti :-( Come detto nel post non butto nulla per me è sacrilegio buttare il cibo certo è che dureranno parecchio in dispensa e ogni volta sarà farsi violenza nel consumarli!

  3. Barbara ha detto:

    brava Chicca che hai chiarito la questione.
    personalmente quando vedo una qualsiasi sigla che non riesco ad identificare o non conosco per niente, non compro. mio marito dice che sono una maniaca delle etichette, le passo al setaccio e compro solo prodotti che non contengano nulla che inizi con una sigla. Eccetto il tangkorn, che però non sono traditori ovvero:
    -E330= acido citrico (proviene dagli agrumi);
    -E415= gomma di xantano (proviene dallo zucchero o dalla melassa, questo non è poprio sanissimo ecco ma nemmeno schifido);
    -E211= sale sodico, acido benzoico (proviene dalla frutta, specialmente mirtilli);
    -E153= colorante nero (proviene dalla combustione di materiale vegetale).

    Così abbiamo una minilistina di sigle non pericolose per chi mangia NoCruelty ^_^

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Bibi della preziossissima aggiunta che hai fatto, ultimamente sono diventata paranoica anch’io con le etichette .-(

    • Nadir ha detto:

      Magari l’ac. citrico venisse dagli agrumi! Industrialmente viene ricavato da una muffa (aspergillus nigrum) altrimenti non basterebbe la coltivazione dell’intera superficie di Sicilia e Calabria per fornire le industrie alimentari. E purtroppo chi, come la sottoscritta è intollerante a questa muffa, ha problemi con tutti i prodotti confezionati. :(
      Un abbraccio fanciulle!

  4. ravanellocurioso ha detto:

    vero vero Chicca! io generalmente evito già dalla scritta mono e digliceridi dopo avvertimento del Dott. Berrino appuntato durante una sua conferenza … ma di certo non sapevo tutto quello che ci hai scritto ! Grazie CARA, sei stata preziosissima.

  5. Cami ha detto:

    Ovviamente ti ringrazio anch’io per esserti informata ed avere informato anche noi. Io ho solo due pacchetti di pasta di mais e sicuramente non le userò proprio per niente, leggere certe cose mi ha fatto rabbrividire.
    Quindi scriverà all’azienda e vediamo cosa succede. Certo è che anche l’origine vegetale di questo emulsionante fa davvero schifo e fa male a noi e al Pianeta. Una cosa orribile insomma e pensare che anche se non compriamo noi questi prodotti, ci saranno comunque tutti i celiaci che non sapendo comprano e contribuiscono a questo orrore. :(

    • Chicca66 ha detto:

      Cami non devi ringraziare credo semplicemente che sia necesario diffondere queste notizie per far si che la gente si ponga delle domande e sopratutto che la gente cominci a porre delle domande a chi ci propina determinati alimenti! E come dici tu in effetti anche nella versione vegetale questo emulcionante non è il massimo ma tra i due mali se proprio devo scegliere di farmi del male…
      Devo parlare di questa cosa ad una cara amica che ha il figlio celiaco e che credo sia completamente all’oscuro di questa cosa degli emulsionanti, anche se sò già cosa risponderà! :-(

  6. morfeo68 ha detto:

    ciao chicca non sapevo del tuo blog
    sai che mi è capitato una cosa simile acquistando della farina integrale
    dentro c’era farina 00 zucchero acido ascorbico e altre cose che non ricordo
    non si sa che mangiare

  7. morfeo68 ha detto:

    l’altro ingrediente è il sorbitolo che è uno zucchero chimico
    chiamato sorbitolo perchè ha la stessa formula dello zucchero delle susine
    certo c’e’ scritto farina bio poi sorbitolo acido ascorbico farina 00
    mah
    la colla di pesce è derivata dalla cartilagine dei maiali fate vobis

  8. Sara ha detto:

    ciao Chicca! quando ho letto il titolo del tuo post mi sono chiesta:” Ma che cosa ha cucinato la Chicca???”. Invece hai approfondito un discorso molto importante, non solo per i vegani, ma per tutti accidenti! certe schifezze dovrebbero essere illegali!
    Io per sicurezza, non compro nulla che abbia ingredienti strani, o sigle misteriose, ma capisco che non sempre sia possibile. Sono curiosa di sapere cosa ti risponderanno per la pasta. un bacio!

  9. chiara ha detto:

    grazie chicca delle delucidazioni. Per fortuna io sto molto attenta alle etichette, anzi sono una maniaca anche perché sono allergica ai conservanti, e ogni volta che leggo qualche siglia o nome che non conosco evito di comprare.Comunque mi sono permessa di diffondere il Tuo articolo alle amiche

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Chiara, hai ragione quando non si conosce meglio evitare; sono talmente tante le porcherie in circolazione :-( Grazie per la diffusione, bisogna che si parli di queste cose e forse un giorno le cose cambieranno, anche se forse è un utopia voglio continuare a sperare! Un saluto affettuoso!

  10. Lucia ha detto:

    Ciao Chicca 66 mi chiamo Lucia e per caso ho letto il tuo articolo in seguito ad una ricerca sui mono e digliceridi degli acidi grassi. Ti faccio i complimenti per le informazioni che ci fornisci, condivido la tua iniziativa di scrivere alle aziende produttrici, lo farò anch’io, più siamo meglio è.
    Un caro saluto e ti auguro un sereno Natale…

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Lucia, sono io che ringrazio te per il tuo intervento, già più siamo meglio è…io stò ancora aspettando una risposta da entrambe le ditte :-( Auguro un serenissimo Natale anche a te e ti aspetto ancora, grazie mille!

  11. Pingback: Tagliatelle di mais con pesto di verza e arachidi | New Horizons @ Human Graphia

  12. Umberto leonini ha detto:

    Ci sarò’ anche io a fare da passaparola su altri siti………grazie. Umberto

  13. Pingback: Mono e digliceridi degli acidi grassi: E471 | AcateringVeg

  14. cara chicca66,ti scrivo in merito al tuo articolo.oggi tornavo tardi dal lavoro e nn avendo nulla di velocissimo,ho kiesto a mio marito di acquistare gli spaghetti di riso,confidando nel fatto avesse capito.tornata a casa….sorpresa!!!!!!!spaghetti SCOTTI.blahhhhhh!!!già la marca mi fa rizzare i peli visto il caos sullo smaltimento illegale di rifiuti nocivi e x i quali furono arrestate diverse persone dell’azienda e poi,leggendo gli ingredienti,trovo sti acidi grassi.ovviamente,molti fanno gli spaghetti di riso e mai,mai,ho trovato qst presenza strasgradita.mi è capitato con la germinal.biscotti kamut e fichi,assolutamente vegan.invece,c’era l’oilio di palma.ovviamente xkè nn permetto a nessuno di mancare di rispetto,ho scritto loro.mi hanno gentilmente risposto,che mi ringraziavano etc etc e che mi confortavano,l’olio è prodotto biologicaMENTE IN ITALIA.(chiedevo in merito,visto che,stanno distruggendo foreste e uccidendo animali x coltivare qst prodottaccio)HO RISCRITTO AI SIGNORI GERMINAL inserendo un articolo sulla nocività di qst’olio.può essere anche prodotto sotto vuoto,ciò nn toglie che è una schifezza e che viene usato x risparimare.risparmino sulla loro salute.grazie e un abbraccio

    • Chicca66 ha detto:

      E si hai proprio ragione…Non è facile trovare prodotti che siamo davvero salutari…siamo sempre alle solite purtroppo l’industria alimentare specula alle nostre spalle e sempre a discapito della nostra salute :-(
      Un abbraccio anche a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...