Pane saraceno ai semi


Ed eccovi un pane particolare, lo sò le mie panificazioni ultimamente sono rare, e cercherò quindi di mostrarvi cose un po’ insolite come questo pane integrale e ricchissimo di semi che ho fatto usando il sistema dell’AUTOLISI!
Come mi disse un po di tempo fa in un commento, non ricordo dove, Elena , quando si elimina il glutine, poi quando lo si mangia lo si assapora maggiormente!
E per me è davvero stato così, non finirò mai di ringraziare quel sant’uomo di VIG 🙂 Anni di stanchezza cronica cancellati solo eliminando il glutine, possibile direte voi? Mah! Io sò solo che non mi ero mai sentita meglio, e se penso hai soldi buttati dai dottori…Certo per l’amor di Dio qualche probblemino che hanno risolto c’è stato, e qualche probblemino c’è ancora ma con spiegazioni logiche… Ma forse se qualcuno anni addietro mi avesse detto: “Signora perchè non prova ad eliminare il glutine e mangiare questo al posto di questo!” Forse sarei stata meglio prima e mi sarei risparmiata un sacco di umiliazioni del tipo. “Ma lei è solo un po’ stressata”!… Ma un bel vaffa a tutti quei medici superficialotti a cui ho regalato fior fior di soldi ce lo vogliamo mettere 👿
E dopo lo sproloquio veniamo a questo pane che mi è piaciuto molto con quel suo gusto saraceno, naturalmente dopo averne mangiato due belle fettine il resto è finito in frezer 😉

Ingredienti:
350 g di farina tipo 2 (o integrale)
200 g di farina di grano saraceno o questa
100 g di semi di girasole
100 g di semi di zucca
150 ml di latte di soia (o altro latte vegetale)
olio d’oliva
180 g circa di pasta madre
1 cucchiaino di malto d’orzo
2-3 cucchiai di olio d’oliva
acqua q.b.
q.b. di sale

Procedimento:
Come detto sopra ho usato il sistema dell’autolisi facendo un preimpasto la sera prima.
In una ciotola miscelate le due farine con tanta acqua fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
Lasciate riposare coperto tutta la notte, oppure se lo fate il mattino almeno 5/6 ore.
Riprendete il vostro impasto al quale andrete ad aggiungere i semi che avrete ammollato per un ora nel latte vegetale, la pasta madre con il malto d’orzo, l’olio e ancora acqua sufficiente per avere un impasto sempre morbido ma lavorabile senza che attacchi alle mani.
Ho fatto un unica lievitazione di circa 6 ore, ho foderato uno stampo da plumcake dove ho messo a lievitare per infornare a 250° (forno caldo) per circa 10 minuti poi ho abbassato 190 per altri 20/25 minuti

ricordatevi la ciotolina di acqua nel forno per non far seccare troppo.

una volta cotto toglietelo dallo stampo levate la carta e lasciatelo ancora 10 minuti nel forno leggermente aperto.

Buone panificazioni a tutti 😉

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

23 risposte a Pane saraceno ai semi

  1. Sara ha detto:

    meraviglioso questo pane, mi fa venire l’acquolina!!!

  2. Elena ha detto:

    Bellissimo *__*
    Vorrei chiederti un consiglio, se posso: mia sorella è celiaca, scoperto da pochissimo, e anche allergica al frumento _cosa che ha scoperto da due annetti_ secondo te, è possibile fare la pasta madre con una farina gluten free?
    Ti ringrazio :3

  3. Elettra ha detto:

    MA…GNI-FI…CO !!! 🙂 🙂 🙂
    Posso passare a prenderne un paio di fettine ? Deve essere di una bontà superlativa.
    Sono contenta di sapere che tu stia un pò meglio ! Guarda un pò cosa fa il glutine…
    Baciotti, Ele.

  4. Pippi ha detto:

    Ma che bel pane e che belle notizie! 😀
    Hai visto che su FB ho postato un evento che ci sarà qui da me domenica prossima? Facci un salto e poi dimmi che ne pensi!

  5. Felicia ha detto:

    Bellissimo!!!!!!!!!! non solo bellissimo, sicuramente squisito, mi da l’impressione che sia perfetto per essere trasformato in fette biscottate, che ne dici???

  6. Raffy77 ha detto:

    Buonissimissimo!!! 😛
    Sono felice per la tua salute ritrovata.
    Per quanto riguarda il discorso medici…meglio che io non mi esprima perchè sai benissimo la mia storia che è molto simile alla tua e se ascoltavo loro a quest’ora ero imbottita di farmaci.
    Un abbraccio e vaiii con le belle notizie! 😉

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Raffy, sai a volte bisogna anche saper comunque reagire in modo positivo nella vita, se ci lasciamo andare tutti i malanni ci colpiranno…e pensare positivo è già un buon inizio per scacciare gli acciacchi 🙂 Un abbraccione cucciola

  7. Mino ha detto:

    Chicca come posso contattarti?….vorrei dei consigli per un paio di tuoi piatti giapponesi contaminati…

  8. Camiria ha detto:

    Mi piace molto il colore di questo pane e l’interno dove si vedono i semini 🙂
    E’ davvero perfetto, un buon modo per non utilizzare tutta farina glutinosa! ^_^

    Riguardo i tuoi problemi di salute, direi meglio averlo ‘capito’ tardi che non averci proprio pensato e non averci nemmeno provato 🙂
    Certo i soldi buttati fanno venire una rabbia… Ma ora sai che stai meglio e questo e’ l’importante! Sicuramente prima fra pane, seitan, würstel di seitan, etc sovraccaricavi troppo il tuo corpo con questa proteina ma ora avendolo eliminato e constando di rado, hai ritrovato quel piacere di mangiarlo con più voglia e gusto e hai ritrovato anche un po’ di pace con te stessa!
    Siamo ciò che mangiano ed il cibo contribuisce sempre e comunque sui nostri problemi di salute e ci guarisce 😉
    Buon inizio settimana Chicca! 😘

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Cami 😀 Già come dice il proverbio meglio tardi che mai! Ma sai quanta rabbia, tristezza e scoramento che ho vissuto, l’umiliazione di passare come esaurita è stata la cosa che ancora adesso pensandoci mi fa ribollire il sangue e quando vedo le persone che si lamentano perchè stanno male e non fanno nulla per correggere il tiro affidandosi semplicemente ai farmaci spaccherei il mondo…ma io non son nessuno e posso solo e semplicemente portare la mia testimonianza nella speranza che qualcuno abbia il coraggio di affrontare i propri probblemi partendo dal capire se stessi 😉 Un abbraccio tesoro e buona settimana anche a te 🙂

  9. Camiria ha detto:

    *ma ora avendolo eliminato e consumandolo di rado (non constatando 😣 )

  10. Paola ha detto:

    Eh si!!! Si sente la mancanza delle tue panificazioni!!!! Un abbraccio tesoro…

  11. Pingback: Pane di farro ai semi | Magie vegan di Chicca e non solo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...