Frollini alla carubba e noci (glutenfree)


Altro biscottino glutenfree che mi è davvero piaciuto molto, uno tira l’altro, credetemi e se lo dico io che non son di biscotti :mrgreen: E’ stato un altro esperimento con la lecitina di soia di cui vi ho parlato nei FROLLINI RISOMIO e la farina di grano saraceno  di Vig che è davvero molto versatile con la granulometria perfetta secondo me proprio per i dolci. 
Volevo l’effetto cioccolatoso senza usare il cioccolato e ho quindi usato la polvere di carruba che è il sostituto del cacao per eccellenza.
Vi riporto alcune notizie sulla carruba:
pur essendo il più valido sostituto del cacao, ci sono delle piccole ma importanti differenze tra i due alimenti. Innanzitutto a differenza del cioccolato e del cacao, le carrube, non contengono caffeina. L’assenza di sostanze psicoattive, come appunto la caffeina e la teobromina rende le carrube ideali soprattutto per chi soffre di allergie o ipersensibilità verso queste sostanze e quindi non può consumare cioccolato.  Le carrube, inoltre, contengono 3 volte piu’ calcio del cacao in polvere.
Utilizzo della carruba in cucina: 
La carruba è molto utilizzata dalle industrie alimentari. In commercio si possono trovare biscotti, sciroppi, basi per il gelato, barrette dietetiche e creme spalmabili tutte a base di carruba. 
La farina di polpa di carrube (da non confondere con la farina di semi di carrube che è ben diversa) può essere utilizzata in sostituzione del cacao per torte, ciambelle, budini, creme, gelati, marmellate; inoltre, mescolandola con la farina di grano duro si può utilizzare anche nella preparazione di pasta fresca come tagliatelle, gnocchi, ravioli, ecc. Vi rimando al blog di “Semplicemente Vera” per la ricetta della crema spalmabile alla carruba
La farina di semi di carrube (talvolta indicata con la sigla E410), è utilizzata soprattutto nei prodotti dietetici poco calorici, inoltre grazie alla sua capacità di assorbire acqua per 100 volte il suo peso è spesso impiegata come addensante in molti alimenti: gelati, salse, formaggi e prodotti derivati dal latte. 
Se volete approfondire leggete QUA.
Anche in questi niente zucchero, ma sciroppo di mais che se volete potete sostituire con 100 g di zucchero di canna o altri tipi di malto. A me son piaciuti molto proprio  perchè sono dolci in modo delicato, non stucchevoli, insomma dovete provarli si sbriciolano delicatamente in bocca 😛 E altra cosa io uso solo olio d’oliva, se è un buon olio delicato, l’olio d’oliva è sempre il migliore.

Ingredienti:
200 g di farina saracena
50 g di noci
30 g di lecitina di soia
2 cucchiai di polvere di carruba
9 g di cremor tartaro
1/2 cucchiaino di bicarbonato
35 g di olio d’oliva
1 pizzico di sale
100 g di sciroppo di mais (o malto di mais)
poca acqua

Procediemento:
Mettete la lecitina di soia in una brocca graduata e aggiungete acqua fino ad arrivare alla righetta dei 100 ml. Lasciatela riposare mentre preparate tutti gli altri ingredienti.
Tritate le noci fino a sfarinarle. In una ciotola miscelate la farina di sarceno con la carruba, il pizzico di sale, il livito e il bicarbonato (non indispensabile); frullate quindi la lecitina con un minipimer avrà l’effetto uovo sbattuto, aggiugete alle farine assieme all’olio e allo sciroppo di mais.
Se volete potete miscelare gli ingredienti liquidi in una brocca come avevo fatto nei FROLLINI D’ORZO. Lavorate il tutto otterete un impasto molto appiccicoso
  
  
che metterete in una saccapoche, foderate la placca del forno con carta forno e formate dei piccoli turbanti distanziati

infornate a forno caldo 160à/170° per circa 20m minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare su una griglia

Davvero favolosi  esecondo me ancor più buoni il giorno dopo, non metteteli in contenitori chiusi altrimenti si ammosciano, per restare friabili devo stare scoperti. Me li sono portati per la colazione del mio weekand lavorativo ed erano davvero favolosi con lo yogurt naturale di soia 😉 Che vi devo dire ultimamente mi piace di tanto in tanto lo yogurt coi biscotti

Fateli e fatemi sapere 🙂

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Senza glutine e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Frollini alla carubba e noci (glutenfree)

  1. Raffy77 ha detto:

    Sono in astinenza da biscotti e torte veg a causa della mia attuale alimentazione igienista disintossicante 😦 Questi meravigliosi frollini li mangerei tutti adessooo!!! :mrgreen:
    Come stai cara Chicca?
    In questi giorni sono impegnata a sistemare la casa dello zio di mio marito,sto sgomberando tutta la casa dai mobili vecchi,facendo da aiuto elettricista,appena smette di piovere dovremmo anche imbiancare,devo comprare i mobili…aiuto che periodo!!!
    Fortunatamente in questi giorni sto bene,speriamo continui così e la mia dieta igienista faccia effetto perchè ho bisogno di un sacco di energie!!!
    Bacioni 🙂

    • cucinoincina ha detto:

      Ah ecco dov’eri finita! 🙂
      Buona sistemazione allora, vedrai, che le energie non ti mancheranno 😉

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao carissima 😛 Si ti dico che stò abbastanza bene… Non come vorrei però 😦 Io ho alti e bassi anche la mia alimentazione senza glutine continua e devo dire sono contenta i consigli di Vig si stanni rilevando vincenti 🙂 Purtroppo ci sono gli ormoni che continuano a rompere le palle mi ritrovo con un altro ciclo in un mese e a distanza di 10 giorni dal precedente che era durato 11 giorni 😥 e questo sicuramente incide sul mio stato fisico 😦 Prima o poi si stabiliranno anche gli ormoni, la natura deve fare il suo corso!
      Dai dai su lavora che il lavoro fa bene e nobilità l’uomo, quando sarai tranquilla mi inviterai a vedere cosa avete fatto di bello, non preoc cuparti troveremo il tempo prima o poi 😉 Un abbraccio e speriamo che smetta di piovere, come mi ha detto un caro amico ieri devo piantarla di piangere e far uscire il sole, mi sembra veramente che stiano piovendo in certi momenti tutte le mie lacrime 🙂 Ciao carissima 😉

  2. cucinoincina ha detto:

    Eccome se li farei per il mio piccolo folletto ma come al solito mi mancano un sacco di cose….
    Hai parlato anche di Lavoro! Qualcosa di stabile, e magari picevole?!

    • Chicca66 ha detto:

      Cara Marta purtroppo non è una cosa stabile, ma saltuaria 😦 Per il momento va bene anche questo 🙂 La mia mamma diceva sempre “Piutost che niet, l’è mej piutost” 🙂 Che è anche un detto milanese che tradotto significa: “piuttosto che niente è meglio piuttosto” 🙂
      Un abbraccio

  3. CescaQB ha detto:

    Che spettacoli!!!! Li passo subito alle amiche gluten*free 😉

  4. saretta ha detto:

    Beh chicca, cercavo proprio una ricetta col saraceno, grazie!!!

  5. annie78s ha detto:

    Chiccuccia bella!!!
    Questi biscotti sono una manna dal cielo per la mia farina di saraceno 😉
    Poi non ti nascondo che proverò anche la versione gluten-full 😉 che ovviamente condividerò con te e gli altri 🙂
    Ti abbraccio forte forte e ricorda che ti sono vicina, per qualsiasi cosa hai il mio indirizzo email, fanne buono e cattivo uso!!! 😀

    • Chicca66 ha detto:

      annie tesoro come stai? Sono secoli che penso che ti devo scrivere e uno di questi giorni lo faccio sicuramente, spero anche tu ti sia ripresa dalle batoste 🙂 Un grande abbraccio

      • annie78s ha detto:

        Scrivimi quando vuoi 🙂 mi farebbe davvero molto piacere
        …e ricorda che tutto passa 😉 certo, per qualcosa ci vuol più tempo, ma alla fine ad ogni cosa c’è rimedio 🙂
        Ti abbraccio forte.

      • Chicca66 ha detto:

        Sarà fatto 😉 Certo tutto passa…la mia mamma diceva che solo a una cosa non c’è rimedio 😉

  6. ravanellocurioso ha detto:

    da provare al più prestissimo! pura non avendo bisogno di ricette glutenfree, son proprio stanca di ricorrere alla monotonia della sola farina di grano … mi metto in lista questi e quelli di riso! Complimenti cara!

  7. Elena ha detto:

    Golosi quanto basta!!! a presto

  8. Felicia ha detto:

    Golosi………… i biscottoni con la sac-a-poche sono i miei preferiti. Veloci e pratici!!!!!

  9. Lisa ha detto:

    Ciao buongiorno! Ma posso fare una torta invece dei biscotti? Non sono brava a fare i biscotti e preferisco le torte….(così come i “polpettoni” alle polpette)…
    Bene la ricetta gluten free…anche io e mio marito lo abbiamo eliminato quasi del tutto. Faccio eccezione per avena e, visto che è primavera, pensavo di reintrodurre l’orzo

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Lisa benvenuta nel blog 🙂 Volendo puoi usare questo impasto come base per una torta oppure se lo lasci un po’ più morbido e aumentando la dose di lievito puoi fare direttamente una torta che magari puoi tagliare e farcire con della marmellata 🙂 Fammi sapere e torna a trovarci 😉

  10. lacucinadellacapra ha detto:

    Belli e buoni! Appena trovo la polvere di carruba voglio sperimentarli, tra l’altro ho della lecitina che sta a casa a far niente da un po’! Complimenti!!!

  11. notedicucina ha detto:

    Anche noi carruba-dipendenti :-). Come sempre i tuoi post sono utilissimi. Sai che non abbiamo mai usato la lecitina di soia nelle nostre preparazioni? Ogni volta che la vediamo sugli scaffali dei negozi saremmo tentati di prenderla, ma poi per un motivo o per l’altro non lo facciamo. Dopo questi biscotti super non abbiamo proprio più scuse :-).

  12. unavnelpiatto ha detto:

    Proprio deliziosi ed anche belli questi pasticcini saraceni con carruba!
    Sono proprio sfiziosi e la forma data dal sac- a – poche e’ perfetta!
    Sempre tante belle idee 🙂

  13. Herbs ha detto:

    che belli Chicca!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...