Focaccia con farina di quinoa e germogli


Questa è la focaccia particolarissima che mi sono concessa nel mio giorno glutinoso 😛 chi mi segue sà che stò seguendo un alimentazione senza glutine ormai da un po’, ma siccome non sono mai stata troppo rigida con me stessa e sopratutto mi piace un sacco mangiare ho deciso che quando rinfresco la mia pasta madre mi concederò un peccatuccio :mrgreen:
Non sono intollerante al glutine ma stà di fatto che il mio intestino da quando mangio così stà decisamente meglio, posso solo dirvi di provare a fare un detox da glutine per capire e sopratutto vedere se vi sentite diversi! 😉
Cosa avrà di particolare questa focaccia, beh! Tanto per cominciare nella miscela delle farine c’è della farina di quinoa ,che gli ha conferito un aroma davvero particolare, e poi ci sono nell’impasto i germogli di lenticchia, mai usati in un impasto.
Volevo una pietanza completa e mi sono detta: il classico abbinamento cereali legumi è perfetto, l’ho mangiata preceduta da una mega insalata di spinaci crudi. Sono stata brava comunque, ne ho mangiato un quarto e la restante, a malincuore 😥 l’ho regalata, ed è piaciutissima 🙂

Ingredienti:
300 g di farina tipo 2 (o integrale)
100 g farina di farro spelta
100 g farina di quinoa
180 g circa di pasta madre
1 cucchiaino di malto d’orzo
2 cucchiaini di sale
2 cucchiai di olio d’oliva
300 ml circa di acqua
Ingredienti aggiuntivi:
germogli di lenticchia
1 porro (solo la parte bianca)
spezie a piacere (curry-curcuma)
tamari
olio

Procedimento:
Miscelate le tre farine, credetemi vale la pena provare la farina di quinoa, assieme al sale, aggiungete l’olio e poi la pasta madre che avrete sciolto con un cucchiaino di malto, mi raccomando non usate zucchero, la quantità di acqua può variare in base al tipo di farine che usate. Fate un bell’impasto che metterete a lievitare per circa 5 ore, mi raccomando al riparo da correnti d’aria, l’ideale è il forno spento.
Mentre l’impasto lievita preparate i germogli che farete saltare per pochi minuti assieme al porro e alle spezie, bastano pochi minuti poi cuoceranno ancora con la focaccia; vi ricordo che i germogli di lenticchia vanno consumati cotti
 
 
Riprendete l’imasto lievitato e aggiungete i germogli reimpastando bene fino ad ammalgamarli bene, stendete il tutto in una teglia e lasciate lievitare ancora 1 ora e mezza anche 2. Infornate a 250° per circa 15 minuti poi abbassate a 190 per altri 20 minuti

ricordate la ciotola con l’acqua per creare umidità in modo che la focaccia non secchi

era davvero molto molto morbida e ripeto la farina di quinoa gli ha dato un aroma particolare assieme ai germogli

Lo confesso: l’ho tagliata in due e spalmata con una cremina di asparagi, non ho fatto la foto… Non vedevo l’ora d’assaggiarla :mrgreen:
Ora passeranno altri 10 giorni al prossimo rinfresco e magari mi concederò qualcos’altro 😉 Un abbraccio glutinoso a tutti e non abusatene come facevo io in passato 😛 Il pieno di carboidrati potete farlo con tanti cereali ottimi e privi di glutine 🙂

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Germogli, Pane pizza e affini, Pasta madre. Contrassegna il permalink.

22 risposte a Focaccia con farina di quinoa e germogli

  1. supervig ha detto:

    Bravissima davvero! complimenti per la forza di volontà e per la scelta degli ingredienti. Vedrai quanto starai sempre sempre meglio, supercuoca curiosona e ormai omeoculinaria 🙂 Lux

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Lu, da buona arietina ho la testa dura :mrgreen: Sono ancora lontana dall’essere una supercuoca omeoculinaria 😳 Ma piace essere curiosona e sperimentare 😉 Un abbraccio

  2. cucinoincina ha detto:

    L’aspetto è davvero invitantissimo!!
    Sto facendo i germogli di lenticchia in modeste quantità per ragioni di spazio e di scarsezza di materia prima e li mangio in insalata! A me non risulta che devono essere scottati, anche ErbaViola ne consiglia il consuma a crudo…
    La focaccia è però davvero interessante e merita di certo più che un assaggio!! 😉

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Martta!
      Ti riporto quanto scrive Grazia sul suo libro “L’orto dei germogli” relativamente ai germogli di lenticchia:
      SI POSSONO CONSUMARE CRUDI MA COME TUTTI I LEGUMI E’ PREFERIBILE CONSUMARE I GERMOGLI COTTI A VAPORE O SBOLLENTATI.
      Se hai il libro controlla, io in questa ricetta col senno di poi potevo evitare di saltarli e metterli direttamente crudi nell’impasto.

  3. Felicia ha detto:

    Meravigilosa…. interessante con i germogli di lenticchie e il porro!!!! riesco ad immaginare l’aroma delizioso. Spettacolare la croccantezza esterna 🙂 complimenti!!!!

  4. Cesca*QB ha detto:

    Chicca!!!!! Ieri ho comprato il mio primo germogliatore (finalmente, aggiungerei!!!) ho appena sistemato i semini…non vedo l’ora di gustarnela poduzione.
    Quindi questa tua ricetta mi interessa tantiZZimo ^_^

    • Chicca66 ha detto:

      Grande Cesca, mi raccomando non scoraggiarti se hai qualche problemino con i primi esperimenti, ho fatto tanti errori io all’inizio delle mie germogliazione e se non ce l’hai ti consiglio il libro citato sopra di Erbaviola (Grazia Cacciola) 😉
      Mi raccomando voglio vedere postate le tue semine 😛

  5. Paola ha detto:

    Ottima! La prossima volta, se proprio non sai che fartene, spediscilaaaaaaaaaaaa in Pugliaaaa!!!!

  6. Pippi ha detto:

    anche in Liguria!! 😉

  7. violetta ha detto:

    Che ideona i germogli dentro la focaccia!!!! Li devo provare anch’io! Ho messo le lenticchie a bagno e quando sono germogliati la faccio! Anche questa salvata in “preferiti”: Grazie chicca per queste tue fantastiche ricette!

  8. Barbara ha detto:

    sai che ti dicevo del Maritino che non vuole pasta & co? e tu mi hai risposto che è una buona cosa.
    è vero, lo è. ci stiamo reciprocamente scambiando ottime abitudini alimentari. in tutto questo mi sono dimenticata nel frigo la PM ed è miserabilmente morta. e sinceramente per quanto ormai panifico, la laascio morta.
    ma questa focaccia mi piace però 😉

    • Chicca66 ha detto:

      Bibi cara, dai vedi non tutti i mali vengon per nuocere 🙂 Comunque se per caso decidi che vuoi panificare con la pasta madre basta passare da queste parti 😉

  9. Flavia ha detto:

    Sbavo !!!!

  10. unavnelpiatto ha detto:

    Brava Chicca anche per mettere a disposizione la tua esperienza. La focaccia è sfiziosa e come sempre hai delle splendide alternative da offrirci!
    Credo che si debba assolutamente alternare molto i cereali nella propria dieta, alternando quindi quelli con glutine con quelli privi di glutine.
    ^^
    Al prossimo rinfresco voglio vedere che cosa crei 😉

    Buona la cremina di asparagi 😀

    • Chicca66 ha detto:

      Mimì scusa mi era sfuggito questo tuo commento! Vero bisogna cercare di variare il più possibile senza fossilizzarsi sempre sugli stessi alimenti 😉
      Il prossimo rinfresco vedremo cosa salta fuori 😛

  11. Herbs ha detto:

    se dopo che faccio un detox da glutine mi viene fuori una focaccia glutinosa così allora comincio da domani 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...