Arrosto di seitan (01-01-2012)!


Ed eccovi la ricetta del fantastico arrosto di seitan che abbiamo mangiato il 1° dell’anno, arrosto preparato da Felicia con il SEITAN da me autoprodotto.
Era a dir poco fantastico, io non lo avevo mai cucinato in questo modo, ho fatto qualcosa di simile ma non con questo risultato, e sicuramente ad averlo reso ottimo sono stati i tempi di riposo e la bravura culinaria della cuoca 🙂

Ingredienti per 4 persone:
400 g circa di SEITAN  in un unico pezzo (meglio se autoprodotto)
brodo vegetale (va bene il brodo di cottura del seitan)
mix verdure per soffritto
20 g di funghi porcini secchi
rametti di rosmarino
salvia
olio
sale
maezena

Procedimento:
Come prima cosa preparate il seitan seguendo le indicazioni che vi avevo dato in QUESTO POST; in commercio io non ho mai visto pezzi di seitan da 500 g, e poi detto tra noi la consistenza del seitan autoprodotto non ha nulla a che vedere con quello confezionato.
Preparate ora un mix di verdure per soffritto, sedano, carota e cipolla, mettete il tutto in una padella senza olio, fate appassire aggiungendo anche un rametto di rosmarino, la salvia e i fugnhi ammollati e tritati grossolanamente, usate un pochino di acqua.
  
  
ora prendete il vostro arrostino che avrete avvolto nella classica rete per arrosti, infilate dei rametti di rosmarino, ponetelo nella pentola con le verdurine e continuate a cuocerlo lentamente, almeno per un ora, con il coperchio, aggiungendo poco alla volta il brodo, Felicia ha usato il brodo di cottura stesso del seitan, e direi che è perfetto.
Ora riprendete il vostro seitan dovete chiuderlo a pacchetto prima in carta forno e poi nella carta stagnola, oppure potete fare 2 strati di carta forno; se riuscite a prepararlo il giorno prima il sapore ne guadagnerà, più riposa meglio è.
Una volta impacchettato dedicatevi alla salsina che verrà fatta col fondo di cottura; frullate le verdure con un minipimer e poi passate al setaccio il tutto;
rimettete la salsina nella padella aggiungendo della maezena, o altro addensante, facendo cuocere alcuni minuti dino ad ottenere una cremina molto fluida che: usando l’espressione di Felicia, deve scivolare sulle fette  
    
riprendete ora il vostro arrosto, tagliatelo a fette non più alte di 1/2 centimetro posizionatelo in una pirofila ricoprendolo con la salsina in modo uniforme, distribuite dei ciuffetti di rosmarino coprite con carta forno e mettete in forno il tempo sufficiente per scaldarlo

fate attenzione, non deve assolutamente asciugare, servite ben caldo con un pochino di olio prima di sevire

noi lo abbiamo mangiato con un buonissimo radicchio cotto al forno,  della zucca sempre al forno e naturalmente con tutti gli avanzi della sera prima 🙂 Io sono dell’idea che il cibo non debba assolutamente essere sprecato, è inutile fare gli esagerati per poi dover buttare!
Questa è la nostra semplice tavola, il nostro capodanno è stato all’insegna della semplicità!  Felicia e Fausto sono due persone fantastiche che ti fanno sentire a casa tua, ci siamo sentiti a nostro agio, l’unico dispiacere è stato non aver potuto stare anche con i nostri amici  Paola e Rup, in Puglia, che quest’anno non abbiamo potutto andare a trovare 😥 Paola cara te lo dico publicamente spero con tutto il cuore che il 2012 sia migliore del 2011!
E questa è Felicia che fotografa le sue creazioni di cui vi parlerà lei 🙂

Questa voce è stata pubblicata in Ricette delle feste, Secondi di seitan. Contrassegna il permalink.

41 risposte a Arrosto di seitan (01-01-2012)!

  1. luby ha detto:

    lo vogliooooo!!!!!!!
    e ho anche un grande problema!!!!
    non riesco a fare il seitan sigh 😦
    e dove vivo adesso non lo trovo da nessuna parte sigh sigh!!!!!!

    ps.la prossima settimana provo la tua pasta madre 😉
    incrocia le dita e speriamo bene!!!!

    • Chicca66 ha detto:

      luby non esiste il “non riesco”, volere potere 🙂 credimi è la cosa più semplice di questo mondo fare il seitan, se non trovi quello comprato non ti perdi un granchè, io sono secoli che non lo acquisto e cerco comunque di consumarne poco per via del glutine.
      Questo era davvero ottimo e come detto il merito va tutto alla cuoca 🙂 😉

  2. Felicia ha detto:

    Il tuo seitan era buonissimooooooooo….. è bellissimo rivivere due splendide giornate!!!! AUGURI….. buona Befana!!! 😛

  3. shekkaballah ha detto:

    Stupendo il seitan e voi siete dolcissime!Vi voglio bene tatine e spero di vedervi presto!

  4. CucinoinCina ha detto:

    Fantastico: una ricetta a due mani, e che mani!!! Difficile da replicare questo splendido connubio…io col seitan sono indietro: a volte prevale il timore a volte l’igienista che è dentro di me, ma un esperimento andrà fatto! Salvo quindi questa splendita ricetta, con il link al tuo seitan autoprodotto e vediamo che riuscirò a fare da terra cinese…
    Te lo dico anche su questo post: sentirti in viva voce è stata un’emozione 😀 Un abbraccio!!!

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Marta, il seitan è comunque un alimento da consumare con parsimonia, ma direi che in un pranzo importante come quello delle feste si possa consumare senza troppi sensi di colpa 😉 Anche pe me è stato bello sentirti e a tal proposito volevo chiederti se hai skype, magari ci si può sentire dalla Cina 🙂 😛 Un abbraccio tesoro
      Ps: forse avrai già letto il mio commento ogni volta che apro il tuo blog mi entrano dei virus, forse devi fare una scansione per eliminare eventuali virus 🙂

    • Felicia ha detto:

      Un bacione……. ho proprio voluto fare una sorpresa a te e Chicca con la telefonata, è bellissimo potersi sentire!!!! Anch’io volevo chiederti di skype!!!! io non posso mangiare seitan, anche se per capodanno ho fatto uno strappo alla regola, era buonissimo!!!!! come ti ha detto Chicca è meglio non abusarne, ma è anche molto ricco di proteine, e una volta ogni tanto è giusto mangiarne 🙂

  5. Flavia ha detto:

    Ragazzi che Belli che sieteeee….!!! Bella Compagnia.. accompagnato con delle Portate da Capogiroooo…. ..!!!! Bellini Vi Abbraccio Tantoooo

  6. Barbara ha detto:

    vedo che non sono l’unica a non riuscire a produrre del seitan decente….embè io lo compro, sinceramente so fare bene altre cose per cui inutile intestardirsi, per ora lo compro. e così sono sicura che la ricetta sarà ottima ^^

    PS: Chicca il 2012 sarà sicuramente molto migliore del 2011, dai, facciamo il tifo 🙂
    un abbraccio 🙂

    • Chicca66 ha detto:

      Barbara sono sicura che sai fare tante cose benissimo 😉 Vedrai che arriverà anche il tuo momento di produzione 🙂
      Speriamo che sia migliore, io ce la metterò tutta 🙂
      Un abbraccio tesoro 🙂

  7. Katy ha detto:

    è meraviglioso! Io ho iniziato ad autoprodurlo da poco il seitan….e mi mangio le mani di non avere iniziato prima! E’ davvero tutta un’altra cosa!

    Una domanda: quella rete da arrosti dove si compra? Nei supermercati?
    Grazie mille 🙂

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Katy, hai ragione ma ognuno ha i suoi tempi, anche a me le prime non veniva bene:-)
      La rete credo Feli l’abbia presa al super se non ricordo male era della cuki, oppure puoi usare della garza medica 🙂

  8. dandyna ha detto:

    sono capitata qui per caso tra i siti veg….complimenti! ci scambiamo i link? io non parlo molto di cucina ultimamente perché sono ricoverata da un’anno e mezzo all’ospedale e sono impossibilitata a cucinare anche se è la mia passione oltre l’attivismo la programmazione web, la scrittura e i pupazzini che invento coi calzini, li puoi vedere sul mio blog. un bacino di futura amicizia, spero! 🙂

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao dandyna, mi dispiace per i tuoi problemi! Devi solo imparare ad amare te stessa e sono sicura che hai chi ti aiuta, anche se sono convinta che ognuno di noi deve trovare la scintilla dentro di se per potersi aiutare, la vita è così bella e breve per buttarla via 😉
      Ps: bellissimi i pupazetti! Ti aspetto ad ammirare le nostre creazioni, io sono un po’ monotona, parlo spessissimo di cucina, e cerco con essa di esprimere tutta me stessa e l’amore per il benessere mio e della mia famiglia 🙂 Un abbraccio

  9. MaVi ha detto:

    Tanti auguri alle due maghe! che bel capodanno! tutto emozionante!
    😉

  10. Mimì ha detto:

    Che meraviglie questo arrosto con quella cremina sopra fa veramente gola. Un primo dell’anno con i fiocchi, ho letto il vostro menu nella ricetta del pesto di carote di Feli riguardo il 31… Siete state stupende e bravissime! I vostri mariti saranno stati felicissimi di gustare così tante leccornie!
    Ancora complimenti ed auguri un po’ in ritardo!

  11. Clara ha detto:

    Bene, sono alla mia prima sperimentazione con seitan autoprodotto (ieri sera, e ha proprio una bella faccina). Ora vorrei prepararlo come spiegato sopra, ma una curiosità: perchè ancora un’altra ora di cottura visto che è già cotto? E poi perchè tenerlo così tanto a “riposo”? Se preparassi direttamente la salsina e passassi direttamente alla fase dello “scaldare nel forno”, come sarebbe il risultato? Vi ringrazio. Vi seguo costantemente e vi adoro. 🙂

  12. Chicca66 ha detto:

    Ciao Clara i tempi di cottura così lunghi servono proprio per fargli assorbire tutti gli aromi e i profumi della salsima, prova ma il risultato non sarà uguale, credimi cucino seitan da diverso tempo e fatto così è tutta un altra cosa, acquista una morbidezza davvero particolare 😉 Continua a seguirci mi raccomando, un grande saluto e buona domenica 🙂

  13. Cri ha detto:

    O ragazze, vi siete trattate proprio bene: brave! Anche io ho fatto l’arrosto di seitan per Capodanno, ma con i carciofi, però non mi ha soddisfatto moltissimo, bisogna che ci riprovi! La rete per arrosti dove l’avete trovata? Un bacio a tutte e due!

    • Chicca66 ha detto:

      Cri credimi io non avevo mai mangiato un seitan così buono, questo tipo di cottura che mi ha insegnato Feli è davvero fantastico!
      La rete era della cuki, io l’ho cercata nel super dove vado io ma non c’era 😦 Io solitamente uso della garza medica 😉 Un baciotto ancora

  14. Cri ha detto:

    venerdì forse vengono amici onnivorissimi a cena… se ho tempo ci provo, altrimenti (forse meglio :lol:) sperimenterò prima su di noi…

  15. Chicca66 ha detto:

    Credimi Cri, io ho fatto questo arrosto a mio fratello che è più che onnivoro abusa di carne eppure credimi mi ha fatto i complimenti 🙂 Vai tranquilla, garantisco il risultato se lo fai alla lettera 😉

  16. Cri ha detto:

    Quando faccio il seitan per gli estranei ho sempre paura che abbiano qualche strana intolleranza al glutine e che gli prenda un colpo in casa mia… poi questi amici l’ultima volta che li ho invitati ho calcato un po’ troppo la mano (tutto vegan e integrale) e non hanno apprezzato molto, quindi sono un po’ timorosa. Ma ci provo senz’altro! Eppoi voglio usare la tua ricetta per fare il seitan. Ora cerco la rete x arrosti :mrgreen:
    Buonanotte!

  17. Chicca66 ha detto:

    Facci sapere, ma sono sicura che con questo non resteranno delusi 😉 Notte 🙂

  18. Clara ha detto:

    Bene, ho cucinato il mio primo seitan autoprodotto seguendo le vs indicazioni di cottura e il risultato è stato sensazionale. Sono soddisfatisssssssima!!!!! Non avrei mai pensato di arrivare a tanto! Grazie 🙂

  19. Saphy ha detto:

    premetto che non ho usato questa ricetta…vorrei chiedere una mano perchè mi sto cimentando e cimentando ma sbaglio qualcosa sia per il seitan che per latte di soia & co.

    mi spiace tantissimo disturbare qui ma odio dover buttare via ingredienti e energie per restare con un pungo di mosche in mano, ma dall’altra parte non voglio cedere al commercio che fa lo strozzino sui nostri stipendi e VOGLIO AUTOPRODURRE.

    sono davvero disperata, triste, demotivata…volgio un corso di cucina vegan (a milano ne conoscete??) per imparare a fare cose tipo seitan, muscolo di grano, tofu, ricotte e mozzarelle di soia…al momento l’uncia cosa che riesce ( a volte è lo yogurt di soia e il vegrino…)

    veniamo al dunque ho 3 problemi(vi prego aiutatemi….):

    1)sabato ho fatto il latte di soia con le proporzioni trovate sul questo blog (250 gr soia e 2 l di acqua)
    il latte era bellissimo, subito ne ho usato un pò per fare gli yogurt bianchi per poi fare il vegrino e quelli sono venuti benissimo.
    Poi ho fatto la cavolata di lasciarlo fuori da frigo, in meno di 8 ore SI E’ CONDENSATO!!!! SEMBRAVA CREMA! non aveva, nemmeno un pò di liquido era una crema omogenea gialla e densa….PERCHE’?? perchè l’ho lasciato fuori? e in caso (ormai lì’ho buttato) sarebbe stata recuperabile come base per qualcosa??

    2) okara: sto provando varie ricette ma non riesco a trovare la giusta consistenza: io vorrei fare delle polpettine o burgherini da cuocere nel pomodoro (così il mio compagno sente poco il sapore di soia e le mangia) da subito..ma la prima volta sono venute gommose, la seconda si sono sfaldate..ora ho delle micro polettine e del sugo di pomodoro denso che mi guarda perplesso e che non ho il coraggio di mangiare….qualche suggerimento o ricetta?

    Aggiungo: ma l’okara posso congelarla o ci sono altri modi per conservarla, seccarla, utilizzarla?

    3) seitan (nota dolentissima…): l’ho fatto due volte seguendo dei procedimenti trovati in giro, farina manitoba spadoni (credo vada bene)

    la prima volta la ricetta prevedeva il lavaggio con bacinelle alternando caldo e freddo, poi subito in pentola senza marinatura.
    è venuto comptatto, buono ma più gommoso di quello in commercio, però mangiabile.

    la secondo volta (questo we) ho usato il metodo di pollice verde su vegan blog ma è nata male da subito: 1 kg di farina e 1 litro di acqua, come è scritto lì mi ha fatto venire una poltiglia infame, che ho rimesso insieme aggiungendo farina 0 non manitoba (non avevo altro in casa…e i negozi erano chiusi), il lavaggio è stato fatto a filo con acqua sempre tiepida e la massa glutinosa c’era ma era già spugnosa e bucherellata di suo, non aveva grumi di farina, l’acqua era quasi trasparente..l’ho marinato ( e qui forse ci sono gli errori…ho aggiunto aceto balsamico e aceto di mele perchè sopporto poco la salsa di soia, che per la cronaca avevo in casa ma non era biologica ma la classica salsa di soia cinese che uso per fare i noodle saltati) per quasi un giorno in frigo (purtroppo non sono riuscita a metterlo a bollire prima…altro errore??) , bollito avvolto nello straccio (ma sentivo che il salamotto non era compatto…dovevo ripiegarlo? io l’ho lasciato stretto e lungo perchè volevo fare dei medaglioni…) e a metà cottura l’ho aperto come era segnato.

    risultato? una schifezza nera come la pece, di sapore acetoso da star male ma soprattutto era una spugna!!! ha dei buchi grandi come l’emmenthal ed è molliccio!!!!

    ho fatto la notte in bianco..quasi piangevo dalla rabbia!!!!

    ho ribollito per 30 minuti in brodo vegetale (da dado..) e ricompattandolo in forma quadrata in un tovagliolo legato stretto stretto .. e ne ho assaggiato un pezzetto..è sempre una spugna che mi da l’idea di una pappetta (blah) ma almeno non sa + di aceto

    DOVE E COSA ho sbagliato??

    a questo punto vorrei capire alcune cose che non trovo specificate da nessuna parte tipo:

    – i tempi di marinatura, riposo sono tassativi? fin quando posso portarli in lungo senza perdere tutto?
    -che tipo di lavaggio devo fare per avere un seitan compatto?
    -che cannovaccio devo usare? fazzoletto, pezzo di lenzuolo, strofinaccio, retina, lo lego con lo spago alimentare tipo arrosto…e soprattutto perchè deve essere bollito legato enon può essere messo libero in pentola? perchè senno diventa una spugna?

    concludo chiedendo ancora scusa, ma magari anche altre ci sono passate..non volgio mollare il colpo, non volgio diventare schiava delle cose comprate…aiuto per favore!!

    I(N caso vi lascio anche la mail melialnospamplease@email.itnospamplease (tolgiere il nospamplease, è una misura precauzionale per evitare i bot automatici che gli spammer fanno girare sui blog di tutti i generi per carpire indirizzi mail validi da intasare…)

  20. Chicca66 ha detto:

    Ciao Saphy benvenuta prima di tutto nel blog, non disturbi anzi ben venga se possiamo aiutarti nelle tue autoproduzioni, allora vediamo se riesco a risponderti in modo esaudiente e chiaro 🙂
    Se ti interessa seriamente io inizierò dei corsi di cucina proprio questa settimana leggi qua
    https://magiedichicca66.wordpress.com/2012/01/08/incontri-di-cucina-naturale-e-salute/
    Ti segnalo subito il link dove poter seguire le indicazioni per fare un buon seitan, leggi questo post
    https://magiedichicca66.wordpress.com/2011/04/14/autoproduzione-del-seitan/
    e anche quello per fare il latte di soia ed eventualmente il tofu
    https://magiedichicca66.wordpress.com/2011/02/16/fare-il-tofu-in-casa/
    Sul fatto che il latte ti si sia condensato come dici in 8 ore non sò risponderti non mi è mai capitato, ma molto probabilmente ha preso parecchio caldo per addensarsi e forse potevi usarlo per farci dello yogur.Questo blog è pieno di ricette con l’okara ti basta digitare okara nella casellina in alto a detra e ti si aprirà un mondo di ricette 🙂 L’okara la puoi congelare e la puoi anche esseccare trovi il procedimento qua nel blog e di questa preparazione bisgna ringraziare Felicia è sua l’idea dell’okara secca!
    Seitan: la farina manitoba è la più indicata perchè è la più ricca di glutine, quello che ti consiglio è di provare a seguire il metodo che uso io e vedrai che ti verrà un seitan perfetto!
    Fammi sapere e se hai bisogno siamo qua per aiutarti 😉

  21. Sabrina Ravasi ha detto:

    Fatto e gustato!!veramente il miglior seitan che io abbia mai mangiato (e inserisco anche le varie prove fuori casa in ristoranti)!!questa idea dell’arrosto divina!!insieme voi due siete un portento! 🙂
    Grazie, davvero di cuore!!
    Un abbraccio

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie a te per averlo provato e testato, non avevo dubbi con questa cottura ha davvero stupito anche me, un grande grazie va a Feli! Un abbraccio anche a te Sabrina

  22. Saphy ha detto:

    ho rifatto il seitan, con le tue dosi , ma con la marinatura di un’altra ricetta perchè era tardissimo e non avevo tempo di cuocerlo al momento:
    quando l’ho cotto l’ho stretto tantissimo e ho legato il tovagliolo con lo spago per alimenti stretto stretto:é venuto UNA MERAVIGLIAAAAAAAAAAAAAA

    sono commossa ^^

  23. Giovanna ha detto:

    Ciao a tutte..sono felicissima di essere approdata qui con voi..oggi,visto il tempo uggioso,ho autoprodotto due tipi diversi di seitan..uno all’alga wakame e curcuma e l’altro con spezie miste..che dire..questo mi viene bene e lo trovo un ottimo antistress…ho gia’ la soia a bagno per domani..mi cimento con il tofu…vedremo..buona notte a tutte!!!

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Giovanna, mi fa piacere averti tra di noi e mi fa ancor più piacere sapere che cucini prendendo spunti anche qua 😉 Fammi sapere come ti è venuto il tofu! Un abraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...