Pasta madre: come prepararla!


Come promesso ad alcuni di voi ed in particolare a Mimì eccovi il procedimento semplicissimo per preparare la vostra pasta madre, ormai più di 4 anni fa feci la mia prima pasta madre, che è quella che uso attualmente e che ho donato con tanto orgoglio a diverse persone tra cui Felicia che ci ha sfornato e sono sicura ci sfornera ancora tantissime meravigliose ricette con questo lievito naturale.
Per chi ancora non lo sapesse la pasta madre o, pasta acida o ancora semplicemente lievito naturale, non è nient’altro che un lievito ottenuto mediante fermentazione di farina e acqua. Se si cerca in rete si trovano una miriade di notizie e se vi mettete a leggere tutto sicuramente andate in confusione come era sucesso a me, quando poi mi focalizai su una preparazione e feci quella. Quello che vi consiglio e di non leggere troppe cose, scegliete un procedimento e fatelo, punto 🙂
La pasta acida con i suoi fermenti acidificanti rende il pane più digeribile (sono fermenti come quelli contenuti nello yogurt), che quindi procedono ad un ulteriore digestione dell’amido; il pane fatto con la pasta madre si conserva per diversi giorni, anche una settimana. Ma veniamo al procedimento, semplicissimo, che ho scelto per voi preso dal libro “Coccole alla salute” Di Aldo Bongiovanni, che è il mio fornitore di farine e sò anche di molti di voi 😉
Io vi dò la dose dimezzata rispetto alla ricetta, dose che potete ulteriormente dimezzare, con la dose che ho usato avrete circa 550 g di pasta madre.

Ingredienti:
100 g di farina manitoba tipo 0 (meglio se bio)
100 ml di acqua

Procedimento:
Impastate la farina con l’acqua fino ad ottenere una pallina con una consistenza tale da non essere appiccicosa,  lasciatela riposare per 2 giorni in una zona calda (20° circa), lasciatela direttamente nella ciotolina dove avete fatto l’impasto infarinando il fondo, la ciotola deve essere coperta con un canovaccio bagnato e sigillato con della pellicola.

Dopo 2 giorni riprendete l’impasto pesatelo e aggiungete quindi pari quantità di farina e il 50% di acqua: dopo il primo impasto il peso sara di circa 160 g, quindi dovrete aggiungete uguale farina e circa 80 g di acqua.
Coprite come sopra e mettete a riposare ancora 2 giorni, ripetete l’operazione che in gergo si chiama rinfresco; il sesto giorno la vostra pasta madre è pronta.

Quando andrete a riprendere la vostra p.m. non sarà più solida ma si sarà ammorbidita riempendo la ciotola come vedete in questa foto

Dopo il secondo rinfresco quando la riprendete comincerete a sentire un odore particolarmente acido, è normalissimo, la pasta madre ha il classico odore acido, a me riccorda molto l’odore del vino acetoso. Quando andrete a fare l’ultimo rinfresco se tutto è andato per il verso giusto, comincerete a sentire una certa resistenza nell’impastare e vedrete nella vostra palla di p.m.  come delle crepe, come nella foto qui sotto
 
Il lievito madre si conserva in frigorifero per una settimana, io lo conservo semplicemente in un vaso di vetro a chiusura ermetica, dopo di chè è necessario rinfrescarlo come detto sopra e lasciarlo riposare almeno 6 ore a temperatura ambiente prima di usarlo.
Forza non abbiate paura a cimentarvi in questa semplice preparazione che vi darà poi tante soddisfazioni 😉
Tante volte mi son sentita chiedere come fare quando si va in vacanza per fare in modo che la nostra p.m. non si perda, semplice: congelatela, quando dovrete usarla la lascerete scongelare piano piano in frigo e prima di usarla rinfrescatela invece che una volta due volte, io ho sempre fatto così ed è rimasta viva e vegeta.
Altro consiglio che vi posso dare è quello di fare sempre il rinfresco con lo stesso tipo di farina, non è obbligatorio usare la manitoba potete usare anche altre farine l’importante è che poi facciate il rinfresco sempre con quella in modo da non contaminarla con tanti tipi di farina.
Altra cosa quando rinfrescate la p.m., trascorse almeno le 6 ore, ricordatevi di prelevarne sempre circa 100 g (indicativi) che sarà la nuova p.m., il resto lo utilizzerete per le vostre preparazioni.
La pasta madre sarà così trascorse almeno 6/8 ore

Spero d’essere stata il più chiara possibile, se avete dubbi o incertezze io son qua a vostra disposizione 🙂
Un ultima cosa se vi interessa una volta che avrete la vostra pasta madre vi potrete iscrivere QUA COME SPACCIATORI DI PASTA MADRE!

Ps: Questa è la focaccia al pomodoro fatta con la pasta madre nuova, che ho praticamente utilizzato tutta, non ho intenzione infatti di tenere 2 paste madri, non avrebbe senso secondo me, e non vorrei creare gelosie nel frigorifero 🙂 come vedete pur essendo nuova ha fatto lievitare benissimo l’impasto 🙂

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Ingredienti base, Pane pizza e affini e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

70 risposte a Pasta madre: come prepararla!

  1. Felicia ha detto:

    Favolosa la focaccia!!!!! brava un bellissimo post, utilissimo, non tutti hanno la fortuna di aver di dono una fantastica pasta madre!!!! la mia bimba sta benissimo, è vitale ed è sempre una grande soddisfazione usarla. Un bacione 🙂

  2. Luby ha detto:

    Allora, facciamo cosi’….io per l ennesima volta ci provo e con il tuo metodo, se non riesco… Mi arrendo definitivamente!
    Ho fatto quella con mela tra gli ingredienti
    Ho fatto quella con il miele
    Ho fatto quella con il pomodoro
    Ho fatto quella con lo yogurt
    Ho fatto quella con lo zucchero

    Ora faccio semplicemente la tua: farina e acqua!
    Appena passano le feste mi dedico alla pasta madre , sai che ti dico?
    Sara’ il mio obiettivo 2012 :panificare!

  3. lallabel ha detto:

    Chicca, grazie per questo post meraviglioso!
    Non so se avevi visto il mio commento nel post precedente sul PM day, in ogni caso l’ho già fatta, messa in opera e funziona!!!
    purtroppo c’è un però..ieri sera ho fatto la pizza, ero tutta gasata, e invece è rimasta gommosa..
    cotta nel pizza express mi aspettavo un risultato strabiliante come con il lievito di birra e invece..non mi è piaciuta molto!
    dove avrò sbagliato?
    Ho rinfrescato la PM sabato mattina, lasciata tutto il giorno, sabato sera ho fatto il poolish con un pò di PM, acqua e farina, lasciata tutta la notte e domenica mattina ho fatto il mio impasto per la pizza, lasciato lievitare, sgonfiato l’impasto verso le 15 e fatte le palline e ancora lievitare..
    chicca aiuto!!
    il pane viene strabuono ma la pizza proprio non mi piaceva!!! 😦

  4. Barbara ha detto:

    la mia vive da aprile, quando Laura al VeganFest me ne diede mezzo bicchierino (ha 30 anni questa PM)….inspiegabilmente sono riuscita a farla sopravvivere e addirittura a panificare con ottimi risultati, ed è proprio come la tua, solo acqua e farina :))
    un bacione questo post è utilissimo ^^

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao carissima, la mia non è liquida come quella di Laura, ma sicuramente anche il suo sistema che è quello che le hanno insegnato è perfetto, come ho detto in rete si trovano mille cose diverse su come si fa e come si conserva la pasta madre l’importante è iniziare con un metodo e se ci si trova bene continuare a seguirlo,io ho fatto così 😉
      Baciotto e grazie 😛

  5. Raffy77 ha detto:

    Anche la mia pasta madre è nata così ma utilizzando la farina di farro integrale,si mantiene bella viva e mi regala grande soddisfazioni 😉
    Buona settimana 🙂

  6. CucinoinCina ha detto:

    Lo so, sarebbe anche il mio turno ma poi non riuscirei ad abbandonarla in Cina 😦 ! Allora faccio così: la farò la prossima estate quando il rientro sarà definitivo ed il clima molto favorevole alle lievitazioni e con questo utilissimo post avrò finalmente la mia 😛

    • Chicca66 ha detto:

      Marta perchè abbandonarla in Cina? Mia suocera se la porta avanti e indietro da Como alla Sicilia ogni volta che parte 🙂 Ti basta metterla in un vasetto e riportartela a casa non le succederebbe assolutamente nulla messa in valigia, anzi sarebbe contenta si provare l’esperienza del volo aereo…Mica è da tutte le p.m. traslare dalla Cina all’Italia 🙂 Pensaci 😛

  7. violetta ha detto:

    Con questo post ormai non ho scuse…..devo assolutamente provare e sono sicura che con i tuoi consigli riuscirò a farla. Venerdi sono a casa al pomeriggio e proverò a farla…….Porta pazienza ma ti chiederò aiuto tante volte!!!!!
    Chicca cara come stai? Io non sono stata tanto bene….i farmaci che prendo fanno bene per una cosa e male per delle altre. Adesso ho iniziato una cura che dovrebbe aiutarmi…..Ti auguro sempre tanta felicità!

  8. chicca66 ha detto:

    Ciao tesoro, sono secoli che ti sprono per cercare di convincerti a fare la p.m. e ora non puoi avere più scuse la DEVI FAREEEEEEEEEEEEEE 🙂 Lo sapevi che avresti avuto qualche problemino iniziando il percorso che hai intrapreso ma devi portare pazienza e vedrai che poi starai meglio 😉
    Io stò così così tra alti e bassi il ciclo ha dinuovo ripreso a fare il pazzerello il mio problema grosso è l’insonia 😦 Ora stò prendendo da un po’ la melatonina che dovrebbe agire anche sugli ormoni che stanno sballando il tutto 😦 Anche a te tesoro tanta felicità 🙂

  9. Elettra ha detto:

    La mia mamma cura amorevolmente la pm che le avevo fatto col tuo facilissimo procedimento del pane sacro: ormai panifica con la macchina del pane quasi 2 volte alla settimana, il suo pane 100% integrale (a parte la pm, che é di Manitoba) é uno spettacolo, nessun pane del panettiere gli assomiglia per gusto e consistenza ! 😉

  10. CucinoinCina ha detto:

    Davvero? Nessun problema gli sbalzi termici e di pressione?! Allora ci penso sul serio!!
    Avrò la mia pasta MADLE!!!!! :-p

  11. Chicca66 ha detto:

    Certo Marta tranquilla non gli succederà nulla, dovrai solo magari per precausione fare 2 rinfreschi prima di usarla, ma sono sicura che il volo aereo non le farà nulla 🙂 E cosi avrai la tua pasta Madle 🙂 😛

  12. Mimi ha detto:

    Chicca ti ho ringraziato già su Fb ma lo faccio anche qui… Sei un tesoro…
    Quasi quasi corro a prepararla, solo che quà fa veramente freddo, aria di neve, spero duri e soprattutto che lieviti! Come ti chiedevo su Fb al 6 giorno devo nuovamente rinfrescarla prima di utilizzarla o posso impiegarla senza rinfresco?
    Ti ringrazio ancora…
    Ps: dovrei lavorare ma ho la connessione che non va’, difatti sono con il cell a questo punto sfrutto questo tempo morto per far nascere una nuova ‘vita’ 😀

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Mimì, scusa se non ti ho risp su FB ma lo uso poco per comunicare 🙂 In casa non penso che stai sotto zero, la temperatura ideale sono comunque almeno 20 gradi! Trascorso il 6 giorno non è indispensabile rinfrescarla puoi già usarla, tieni presente sempre che i tempi di lievitazione sono molto più lunghi rispetto ai lieviti classici di birra 🙂 Dai forza visto che è facilissimo 😛

  13. Mimi ha detto:

    Allora l’ho preparata oggi pomeriggio dopo aver scritto… Bene ho dovuto solo aumentare la farina perche’ altrimenti mi rimaneva un impasto molto liquido, spero sia lo stesso!
    Anch’io ho impiegato farina “0” l’ho avvolta nel canovaccio umido e pellicola (ovviamente posta all’interno di una ciotola” , ora l’ho riposta all’interno di una credenza che ho in una stanzetta adibita a sgabuzzino e speriamo che stia bella tranquilla e facci il suo dovere 🙂
    Ci spero tanto, sono quindi speranzosa e fiduciosa… Speriamo di non rimaner delusa!
    A Natale, come dono avrò quello di rinfrescare la PM… Felice di farlo 🙂
    Ultima domanda, spero, questa domanda e’ dettata un po’ dalla paura di sbagliare… Nel caso in cui al secondo rinfresco e via dicendo, riottenga
    nuovamente un impasto troppi liquido, devo aumentare la farina come ho fatto per iniziare oppure la lascio così? So che non dovrebbe succedere, ma ho un po’ di timore!
    Grazie infinite!

  14. Chicca66 ha detto:

    Mimì cara fai un bel respiro e rilassati 🙂 Mi sentivo come te 4 anni fa :–)
    Se la stanzetta non è caldissima di consiglio di avvolgere la tua bimba anche con una bella copertina, no non aumentare la farina, la farina deve essere di pari peso se mai diminuisci l’acqua versala poco alla volta, come vedi dalle foto devi ottenere un bel panetto che al mattino troverai quasi liquido 🙂 Qualsiasi cosa io son qua!

  15. MaVi ha detto:

    Bellissima, la più magica delle tue magie! Dai Mimì, speriamo bene per la tua bimba!
    😉

  16. violetta ha detto:

    Chicca ci sono!!!! L’umore e il desiderio mi dicono che devo iniziare la mia pasta madre!!!!! Se sono in difficoltà ti scrivo…..ma se stresso troppo dimmelo! Bacio

  17. Mimì ha detto:

    Nulla, è andata male per ben due volte, forse fa ancora tr ferddo quì o forse sono io che non ho ben capito! Ma fa niente, per ora è andata così… Ci riproverò più in la! Non mi arrendo! 😉

  18. Luby ha detto:

    Ok ci sto provando…ma gia’ comincio male!
    Io ho dovuto usare 150 gr di farina,altrimenti mi ritrovavo con una cosa simil liquida 😦
    Ora sta riposando con il canavaccio umido e la pellicola…
    Vivo con le dita incrociate….

  19. Luby ha detto:

    Sono al terzo rinfresco… Se sfango questae’ fatta!!!!

  20. Pingback: Focaccia con la scarola | Magie Vegan di Chicca

  21. Luby ha detto:

    Una domanda mi assilla….
    Ma poi, dopo tutti i rinfreschi vari…
    Qunta pm mi devo tenere?????
    Bastano 200 gr???

  22. Chicca66 ha detto:

    Anche meno Luby, io di solito ne tengo circa 100 g 🙂 quando poi la rinfreschi arriverai ancora ad avere più di 300 g! 🙂

  23. Luby ha detto:

    Fattaaaaaaaaa!!!!!!
    La mia CHICCA e’ nataaaaaaaaa!!!!!!!

    Ieri ho deciso poi di rinfrescarla ancora una volta e oggi a pranzo provo a fare l impasto per la pizza.
    Se funziona…. Stasera si mangia dalle mie fatiche!!!!
    🙂 ovvio poi vedrai il mio post

    Felicita’ a mille!!!

    Ps sono talmente su di giri che gia’ immagino di farci le fette biscottate!!!!!

  24. Luby ha detto:

    Nel momento di gioia ho dimenticato di ringraziarti!!!!
    Che frana!!!
    Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!

  25. Pingback: Rose salate con broccolo e semi | Magie Vegan di Chicca

  26. Pingback: Pizza cime tempestose | Magie Vegan di Chicca

  27. Pingback: Pan lupino glutenfree di saraceno | Magie Vegan di Chicca

  28. Pingback: Pane saraceno agli azuki rossi | Magie Vegan di Chicca

  29. Pingback: Focaccia con farina di quinoa e germogli | Magie Vegan di Chicca

  30. Pingback: Focaccia con semi e verdure | Magie Vegan di Chicca

  31. Pingback: Piadine di segale e quinoa | Magie Vegan di Chicca

  32. Davide ha detto:

    E stata veramente gentile a scrivere questo post, ma ho un piccolo dubbio: se il primo impasto lo faccio con 100g d farina e 100ml di acqua come faccio a nn farla venire appiccicosa? Infatti la dose di acqua è la metà altrimenti l’impasto viene quasi liquido. A questo punto sono un po titubante per quanto riguarda il seguire questo procedimento.

    • Chicca66 ha detto:

      Salve Davide, si la nella prima parte resta un po’ molliccia e appiccicosa, ma se ha dubbi diminuisca l’acqua! Questo procedimento è il procedimento classico che si usa per fare la pasta madre! Altra cosa le ricordo che esistono anche paste madri liquide, anche se io preferisco quella compatta. Mi faccia sapere.

  33. Davide ha detto:

    Si lo so che esistono pm liquide , ma il fatto è che la dose che lei a dato nn corrisponde con : fino ad ottenere una pallina con una consistenza tale da nn essere appiccicosa, il che è impossibile impastando la stessa quantità di farina e di acqua,di fatti io ho dovuto aggiungere un’altra stessa quantità di farina per avere lo stesso risultato della foto. Ma non ostante c sia questo passaggio un po confuso la ringrazio ugualmente, adesso sto provando e speriamo che l’esperimento riesca, ma vorrei capire al secondo rinfresco nn devo farla riposare altri due giorni? Cioè nn arriviamo così a otto giorni per essere pronta? Oppure posso usarla subito dopo il secondo rinfresco?

    • Chicca66 ha detto:

      Le dosi usate sono quelle descritte dal libro da me su citato, mi dispiace che trovi confuso questo passaggio, i giorni in totale descritti sono sei, e se vuole può usarla, ma se vuole aspettare ancora due giorni non farà male anze la p.m. si rinforzerà maggiormente. Dinuovo buona giornata e mi faccia sapere il risultato 🙂

      • Davide ha detto:

        Grazie per la risposta, cmq sono passate le prime 24 ore e sembra procedere tutto per il verso giusto, domani farò il primo rinfresco, però ho un’altro dubbio appena pronta si manterrà tranquillamente in frigo senda diventare troppo acida? E quando farò il rinfresco passata la settimana, quanto dovrò lasciarla a riposare prima di riusarla? Grazie ancora anticipatamente

      • Chicca66 ha detto:

        Davide scusa se te lo dico ma secondo me ti stai facendo un po’ troppe domante che ti mandano in confusione 🙂 Allora se come dici userai quotidianamente la p.m. non avrai nemmeno bisogno di tenerla in frigo, io la tengo in frigo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e la rinfresco mediamente ogni dieci giorni, altra cosa l’acidità è basilare per la p.m., più è acida e più sarà attiva; dopo i rinfreschi successivi alla prima panificazione dovi farla riposare almeno 6/8 ore…lo sò che leggere tutte queste cose forse ti può confondere ma credimi è più facile a dirsi che a farsi gestire la p.m. 😀 Se hai bisogno io son qua anche se non ti rispondo subito per questioni di tempo! 😉

      • Davide ha detto:

        Ho dimenticato un’altro particolare, io la pm dovrò usarla giornalmente, quindi dovrò rinfrescarla gioenalmente? E se si quanto tempo prima? Grazie ancora 🙂

      • Chicca66 ha detto:

        No Davide se la usi giornalmente non dovrai rinfrescarla ogni giorno, il probblema è avere sempre il quantitativo che ti necessita, il rinfresco lo puoi fare una volta la settimana ogni tre giorni se te ne serve molta!

  34. Davide ha detto:

    Forse si ha ragione troppe domande, ma adesso mi è tutto kiaro (almeno spero) cmq domani farò l’ultimo rinfresco e sabato la userò, non vedo l’ora di vedere il risultato :),grazie mille e piacere di averla conosciuta..a cmq le farò sapere ciaoo

    • Chicca66 ha detto:

      Vedrai che andrà tutto bene 😀 Mi sembra di rivirvere il momento in cui feci la mia p.m. 🙂 Ci tengo molto a sapere come va, vedrai l’esperienza ti regalerà un pane sempre migliore, il pane è un alimento davvero magico che non sempre viene uguale, sono tanti i fattori che possono influire, e anche se a volte non viene bene basta non scoraggiarsi 😉 Aspetto notizie e buon pane 😀
      Ps: il piacere è mio, sono sempre felice di poter dare umili suggerimenti anche perchè non si finisce mai d’imparare e a mia volta o ancora tanto da scoprire e sperimentare! Un saluto

      • Davide ha detto:

        Salve sono un po triste, ho provato ieri la pm, ho sciolto due cucchiai di pm in acqua fredda in 6kg di farina, tutto questo l’altro ieri ale 23 e ho lasciato la pasta a lievitare tutta la notte, ma niente da fare nn ha lievitato, come mai?? 😦

      • Davide ha detto:

        Eppure il lievito e ben alveolato e fa pure un bel odore acetoso,, sarà che ne ho messo poco?

      • Chicca66 ha detto:

        Caro Davide e certo che è poco la p.m, non poca pochiccima, si usano 300 g di p.m. ogni kg di farina quindi per 6 kg avresti dovuto usare kg 1,8 di p.m. 😦 30 g ogni 100 g di farina! Caspiterina potevi provare a fare un po’ meno farina la prima volta, ma se è bella acetosa vuol dire che è pronta…forza vedrai che il prossimo pane sarà perfetto 🙂 Buona giornata

      • Davide ha detto:

        Salve come va? Io ieri ho fatto le prime pizze con la pm,e devo dirle che è stato veramente un fiasco, nn sò cosa mi ha fatto combinare…. naa cherzavo :)) praticamente e venuta una pasta con un profumo mai sentito fino ad adesso , una fraganza e un sapore fantastico, veramente contento del risultato ottenuto grazie ai suoi consigli,adesso mi sto organizzando per aumentare la quantità e lavorare solo con la pm grazie mille ancora, la saluto e spero di risentirla presto 😉

      • Chicca66 ha detto:

        Carissimo Davide, sono davvero contenta che le pizze ti siano venute bene 🙂 Vedrai avrai grandi soddisfazioni di sapori con la pasta madre!
        Se hai bisogno io son qua 😉
        Ps: anche se non sò quanti anni hai però perfavore dammi del tu altrimenti mi sento una vecchia zitella 😀 un salutone e se ti va tieni aggiornata coi tuoi prossimi capolavori 😀

      • Davide ha detto:

        Ne sono convinto che avrò gra soddisfazioni, , già i primi risultati sno doc grazie ancora…. ps cmq m dispiace averla fatta ops 🙂 averti fatta sentire una vecchia zittella anche perché nn m ci sembri propio ;)… cmq t terrò aggiornata con piacere, a risentirci presto…ps se ti va puoi mandarmi l’amicizia su fb ( se c sei) ciaooo

      • Chicca66 ha detto:

        🙂 No non credo proprio d’essere una vecchia zitella 😀 Su FB mi trovi come cesarina chicca battaglia e trovi anche la mia pagina Magievegandi chicca 🙂 Ti aspetto anche di la allora! Un salutone e buona giornata

      • Davide ha detto:

        Ciao chicca volevo aggiornarti del successone che sto avendo 🙂 , grazie a te e alla pm stasera ho ricevuto un bel po di complimenti e nn sai che soddisfazione, era propio il risultato in qui speravo e che cercavo da tempo grazie ancora e un’abbraccio… a c vediamo su fb 🙂 ciaoo

      • Chicca66 ha detto:

        Ciao Davide scusa il ritardo nella risposta, ho condiviso la tua amicizia su FB scoprendo piacevolmente che sei siciliano 🙂 Adoro la Sicilia….Sono davvero contenta che la tua p.m. ti stia dando tanta oddisfazione…bravo bravo il merito è tuo 😉 Un abbraccio

  35. Pingback: Pane di segale con chicchi saraceni | Magie Vegan di Chicca

  36. monica ha detto:

    Ciao Chicca dopo tanti tentativi falliti tu sei la mia ultima speranza.allora io ho provato a farla con il farro,perche’posso mangiare solo farro o segale,ma non ha lievitato e ha cacciato fuori un litro d’acqua.in cosa ho sbagliato?nelle dosi?nel miele?oppure lo sbaglio e’stato nel metterla a lievitare in un barattolo a chiusura ermetica di vetro?comunque parlando della tua ricetta la pellicola di plastica va messa coprendo tutta la ciotola anche sotto?altrimenti come si regge sul canovaccio?la ciotola deve essere unicamente di alluminio e sempre la stessa,quindi molto grande per contenere tutti i rinfreschi?quindi NON SI DEVE USARE un barattolo di vetro,cioe’lo si usa solo a pasta madre fatta per riporla in frigo.Dopo averla tolta dal frigo e aspettato sei ore,quando gli si.unisce altra farina per panificare bisogna aspettare ancora e farla ancora lievitare prima di cuocerla?grazie.come ti trovo su facebook?

    • Chicca66 ha detto:

      Carissima Monica, la farina di farro va benissimo, però quando inizi non devi mettere nel barattolo chiuso altrimenti non prende aria x fermentare 🙂
      Rileggi attentamente tutto il procedimento credimi è più difficile dirlo che farlo, la mia pasta madre è viva e vegeta dal lontano 2008, regalata a tantissime persone che la mantengono attiva con amore ho avuto tante soddisfazioni nel vedere le foto dei meravigliosi pani fatti usando la mia p.m. 🙂 Dai forza devi solo crederci e vedrai che poi sarà un gioco meraviglioso 😉 Fammi sapere un abbraccio

      • monica ha detto:

        Ciao chicca sono al secondo rinfresco ma mi sa che qualcosa sta andando male.l’odore acido c’e’ma non e’aumentata di volume.dopo averla pesata ho messo le tue dosi ma seguendole mi e’venuta una pallona secchissima,c’e’troppa poca acqua e ho dovuto lasciare la farina in piu’residua nella ciotola.e’normale?proseguo?

      • Chicca66 ha detto:

        Ciao Monica scusa il ritardo nella risposta, non so a che punto sei arrivata ora con la tua pasta madre, se l’acqua è poca ti devi regolare un pochino ad occhio secondo il tuo giudizio…dpende molto anche dal tipo di farine che usi ogni farina ha un tipo di assorbibento diverso…fammi sapere come va…comunque ai primi rinfresci il volume non è proprio il doppio e se c’è l’odore acido va benissimo 😉

      • monica ha detto:

        ciao Chicca va male.ho dovuto buttare l’impasto.si era ammuffito.cosa ho sbagliato stavolta? ho notato che lo storfinaccio era quasi asciutto e muffo pure quello.forse l’ho messo troppo al caldo?vorrei riprovare ma acquistare ogni volta 1 kg di farina mi costa troppo.ho usato farina di farro intergale che secondo me assorbe tanto.se hai altri consigli da darmi questa volta dimmeli rprima.se no non ci riprovo più.

      • Chicca66 ha detto:

        Uffi mi dispiace 😦 Addirittura ammuffito lo straccio! Non ho altri consigli purtroppo che ripeterti che seguendo il procediemto descritto deve perforza venirti…altrimenti vieni a tovarmi che ti do un po della mia 🙂
        Ps farina di farro va benissimo…magari se vuoi riprovare usa una farina che costa meno 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...