Pane di segale con semi


Il pane questo meraviglioso alimento che adoro nelle sue innumerevoli varianti,  credo proprio che non esista un tipo di pane che possa dire non mi piace 🙂 Ma sicuramente preferisco i pani con farine integrali e scure come appunto la farina di segale che è tra le mie farine preferite, e poi mi piacciono un sacco i semi che arricchiscono nutrizionalmente il pane. Vi ricordo le “friselle di segale” oppure “pane di segale all’okara“.

Ingredienti:
700 g di farina di segale
300 g di farina 0 bio
3 cucchiai di semi di sesamo
3 cucchiai di semi di lino
3 cucchiai di semi di girasole
300 g di pasta madre rinfrescata (o lievito di birra)
1 cucchiaio di malto d’orzo
30 ml di olio d’oliva
15/20 g di sale
600 ml circa di acqua

Procedimento:
Come prima cosa miscelate le due farine con tutti i semi, aggiungete l’olio, poi la pasta madre che avrete sciolto con metà dell’acqua occorrente e il malto, impastate aggiungendo l’acqua necessaria ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso, se usate l’impastatrice o un robot aggiungete il sale quando l’impasto comincia ad incordare, altrimente potete aggiungerlo già da subito con le farine.
Una volta formato il vostro impasto coprite come al solito con un canovaccio asciutto+uno bagnato+copertina di Linus, mettete a lievitare in un luogo riparato e possibilmente a temperatura non inderiore ai 20 °, più sarà freddo e più lungo sarà il tempo di lievitazione, lasciate lievitare non meno di 3 e mezza, naturalmente se usate lievito di birra normale i tempi daranno minori.

Trascorso il tempo delle prima lievitazione riprendete l’impasto reimpastate brevemente e date la forma che volete al vostro pane, io per comodità mia faccio quasi sempre la classica pagnotta che poi posso tagliare a fette e riporre nel frezer; lasciate lievitare ancora almeno 2 orette, anche di più, infornate a forno caldo 250° per circa 20 minuti poi abbassate a 190 ancora per circa 30 minuti

Quando sfornate il vostro pane lasciatelo coperto con un canovaccio fino al raggiungimento della temperatura ambiente, il pane appena sfornato è buonissimo ma non fa molto bene perchè la lieviazione deve stabilizzarsi, nel caso della lievitazione naturale con pasta madre solitamente nelle pagnotte di circa un chilo la temperatura interna non raggiunge gli 80° per cui le spore batteriche e fungine benefiche per il nostro organismo rimangono vive; in alcune ore questi batteri ricolonizzeranno il pane, ed è per questo che sarebbe meglio non mangiarlo appena fatto 🙂

Ps: prometto prima o poi farò un post sulla pasta madre, questo meraviglioso lievito naturale che la forza della natura ci regala 😉
Qui vi mostro il bellissimo regalo che mi ha fatto Felicia, grembiulino che spero di sfoggiare al più presto per una grande occasione 😉 Grazie ancora Feli 🙂

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Pane pizza e affini, Pasta madre e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

35 risposte a Pane di segale con semi

  1. Felicia ha detto:

    Sei bellissima con il grebiulino……….. è stato un piacere poterti fare una regalo gradito, quando l’ho visto ho pensato immediatamente per Chicca è perfetto!!!!! un piccolo pensiero…. ma l’affetto è grande!!!! Bellissimo e buonissimo il tuo pane, le tue pagnotte sono irragiungibili!!!!! Un bacione 🙂

  2. CucinoinCina ha detto:

    Ti scrivo da Monaco un pò assonnata: una lunga attesa per la coincidenza per l’Italia…
    Buonissimo il tuo pane di segale, ricco e corposo con tutti i semi che adoro!
    Che originale regalo, brava Feli! Chicca, ti stà benissimo 😉
    PS: Mi piace il nuovo sfondo natalizio, fa tanto aria di festa 😀

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie Marta cara, sicuramente sarai arrivata a casina, sarai stanca morta ma contenta d’esser in patria 🙂
      Si Feli ha proprio azzeccato in pieno, mi servirà prossimamente per qualcosa di molto importante, ma è ancora presto per svelarvi il tutto 😛

  3. CucinoinCina ha detto:

    Sto proprio adesso gustando dei panini di segale con semi di lino e girasole, morbidi e saporiti: i tedeschi sono maghi in questo pane! Addento l’ultimo e poi ci imbarchiamo! gnam 😉

  4. ElenaSole ha detto:

    Chicca cara, pure io lo faccio così (ma ometto l’olio, prossima volta lo aggiungo! e provo)
    Delizioso, ricco di fibra e così gustoso. Io non so quali fossero i sapori di una volta, ma mi ricorda più i pani della mia infanzia questo!
    Oggi sforno una pagnotta fatta con lievitazione lenta in frigo, con autolisi ^^, e tanti semini dentro!!! Evviva il pane ^^

    • Chicca66 ha detto:

      Elena tesoro l’olio aiuta anche la lievitazione se vuoi puoi aggiungere anche un cucchiai di semi di finocchio 😉 Aspetto di vedere la tua pagnotta autolitica 😛

      • ElenaSole ha detto:

        mangiata di già ^^ ieri sera per cena con amici ^^ ha fatto un discreto numero di pori, però sembrava inchiodata perchè c’avevo aggiunto farina di riso (per sperimentare), in modo che fosse un po’ meno integrale rispetto alle mie abitudini e croccante. L’effetto c’è stato come volevo ^^
        grazie delle dritte, ne faccio tesoro!

  5. lallabel ha detto:

    proprio la ricetta che aspettavo..domattina appena la PM è pronta lo faccio subito!!!
    Ultimamente mi sono data al pane di segale col lievito di birra ma..non ha paragoni con la PM!
    Quando hai dato forma al pane, lo copri con un altro canovaccio per fargli fare la seconda lievitazione?
    grazie tantissimo 😉

  6. lallabel ha detto:

    dimenticavo…bellissimo il grembiule!!!nessuno lo potrebbe portar meglio! 🙂

  7. Mimì ha detto:

    Il tuo pane è magnifico… Non ci sono parole per elogiarli abbastanza…
    Anche a me piace moltissimo la farina di segale e con i semini ne hai arricchito il sapore ed il valore nutrizionale! Sei stupenda!
    Con il grembiulino sei davvero fantastica, un’idea originale quella di Felicia che fa proprio al caso tuo 😆 !!!!

  8. Mimì ha detto:

    Dimenticavo, grazie mille per postare la ricetta e tutti i passaggi per preparare la pasta madre e grazie anche dei consigli che hai dato in seguito , riguardo il pane appena sfornato, tutte queste cose non le sapevo! Me ne ricorderò ^^

  9. Lisa ha detto:

    Bellissimo il pane…ed anche il grembiule!!!! Che coppia di cuoche fantastiche siete ne sapete a pacchi!!!!

  10. Raffy77 ha detto:

    Carinissimo il grembiulino 😉 l’ha ricamato Felicia ❓
    La foto della pagnotta mi fa venire una fame… è quasi ora di cena,lo mangerei tutto :mrgreen:
    Un abbraccio 🙂

  11. Silvia P. ha detto:

    Che gola!!
    Ti chiedo un parere da esperta panificatrice: secondo te si può iniziare una pasta madre per intolleranti al glutine/celiaci? se si con che farine? Ne sai qualcosa? Grazie, Silvia.
    P.s. stupendo il grembiulino e anche la grafica natalizia!

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Silvia, scusa ma sono un po’ in arretrato con i commenti 🙂
      Si esistono le paste madri senza glutine me ne ha parlato Felicia l’altro giorno in rete si trovano notizie ma è un lavoro parecchi impegnativo, vanno rinfrescate tutti i giorni e si usa tanta farina 😦 Magari Feli i segnala dove ha trovato queste notizie!
      Grazie dei complimenti 😉

      • Silvia P. ha detto:

        Ah ok grazie, io l’avrei fatta da regalare ma poi l’interessato è un po’ pigro quindi mi risparmio la fatica… 🙂

  12. Elettra ha detto:

    Inconfondibile il tuo pane, Chicca !!!
    Lo proporrò alla mia mamma che sta allevando amorevolmente la pm… 😉
    Carinissimo il grembiulino, proprio molto “professionale”, da vera Chef 😀 !

  13. MaVi ha detto:

    La segale anche per me è la farina preferita! ma il pane è competenza di Stefano, quindi la uso in altre preparazioni!
    Il tuo pane è proprio elegante! e anche il grembiule! che carina Felicia! ha sempre pensieri dolcissimi!
    Sono curiosa di vedere dove andrai a sfoggiarlo!
    😉

  14. Pingback: Zuppa con la catalogna | Magie Vegan di Chicca

  15. Pingback: Panini integrali ai semi | Magie Vegan di Chicca

  16. Cis Gabriella ha detto:

    salve ragazze,
    mi chiamo gabriella, cerco qualcuno che possa aiutarmi a risolvere un problema.
    Voi mi sembrate le persone giuste.
    Sono intollerante al frumento, farro e kamut, solanacee, lieviti, e tanti altri alimenti.
    Vorrei fare il pane di segala (anche misto con altri cereali che non siano quelli a cui sono intollerante) con pasta madre di segala.
    Potete aiutarmi con qualche ricetta??
    Ciao gabriella

  17. Chicca66 ha detto:

    Ciao Gabriella benvenuta nel blog 🙂 Qui nel blog trovi tante ricette di pane, in questo pane particolare ad esempio potresti utilizzare sola farina di segale assieme alla pasta madre di segala.
    La segale potresti abbinarla all’avena se non ti crea problemi, oppure usare anche farina d’orzo!
    E ti segnalo anche il blog di un caro amico esperto nell’alimnetazione specifica per intolleranti vai a sbirciare questo blog http://lacucinadilux.wordpress.com/
    Qualsiasi cosa tu abbia da chiedere chiedi pure noi siam qua 😉 A presto e buon tutto!

  18. Chicca66 ha detto:

    Ps: dimenticavo io stò facendo esperimenti panificatori con la farina di grano saraceno (che come saprai non è un grano) e con farine di quinoa e miglio. Un consiglio devi sperimentare e ancora sperimentare 😉

  19. gabriella ha detto:

    grazie Chicca!!
    al momento sto cercando di far nascere la pasta madre di segale. Il primo tentativo è andato male.
    Ora mi sembra stia funzionando. E’ circa una settimana che tutti i giorni rinfresco la pasta con farina e acqua, un paio di volte ho messo il miele.
    Quando potrò usarla per fare il pane?

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Gabriella, leggi il post che avevo fatto su come fare la pasta madre: https://magiedichicca66.wordpress.com/2011/12/19/pasta-madre-come-farla/ di solito dopo una settimana è pronta per essere usata! Il miele bastava una volta sola, non è indispensabile aggiungerne altro nei rinfeschi, lo usi poi quando fai il pane, il miele lo puoi sostituire anche con del malto d’orzo che è molto efficace nell’aiutare al lievitazione. Leggi e fammi sapere, questo è il procedimento che ho usato per fare la mia anni or sono 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...