Ravioli neri con verza


Ormai lo sapete, i primi sono la mia specialità, ma un motivo in effetti c’è… Il pasto principale per noi è quello di mezzogiorno, ed è anche quello in cui si riesce a mangiare tutti insieme, poi altro motivo: cerco di concentrare i piatti con i carboidrati maggiori a mezzogiorno e quelli proteici la sera; anche perchè la sera la nostra casa sembra un porto di mare, c’è chi parte per gli allenamenti personali (Teo), c’è chi parte per allenare (il papi), e quando non ci sono gli allenamenti c’è la palestra… e quindi la sera sono piatti molto veloci, semplici ed essenziali e ognuno mangia agli orari più disparati 😦 Che devo fare? O me li tengo così o li spedisco a voi 🙂
Ma veniamo a questi ravioli per i quali ho ricevuto i complimenti del più difficile da soddisfare, ultimamente mi è venuto il trip della farina di grano saraceno che uso parecchio. Vi basta digitare saraceno e vedrete le innumerevoli preparazioni che vi ho proposto con questa deliziosa farina, sarà che con questa farina ho dei ricordi genitoriali (i miei erano valtellinesi) e inconsciamente la uso pensando quasi sempre alla mia mamma 🙂

Ingredienti per l’impasto:
300 g di semola di grano duro
100 g di farina di grano saraceno
acqua q.b. (circa 250 ml)

Ingredienti per il ripieno:
verza
mix soffritto (sedano, carota, cipolla)
alloro
salvia
timo
semi di finocchio
zenzero fresco
pelati
olio
sale
fecola di patate
wurstel vegusto (sostituibili con tofu o seitan)

Ingredienti per la salsina:
2 scalogni
1 peperoncino fresco
1 spicchio di aglio
1 manciatina di nocciole tostate (o altra frutta secca)
1 mazzetto di menta fresca
olio
sale
crema di riso (o altra panna vegetale)

Procedimento:
Naturalmente con queste dosì sono venuti ravioli in abbondanza che ho congelato, l’idea per il ripieno mi è venuta raccogliendo la prima verza dell’orto che pesava ben  kg 2,80 🙂

Come prima cosa preparate l’impasto, dovrete ottenere un impasto bello sodo che dovrà riposare almeno mezzora, mentre lui riposa dedicatevi al ripieno, sbollentate le foglie di verza tritate grossolanamente; preparate un bel soffritto mettendo dell’olio in una padella con tutte le verdure tritate e le spezie, tutto tritato tranne le foglie d’alloro.

Aggiungete un goccio di acqua calda e un pizzico di sale, quando il soffritto non fritto sarà pronto aggiungete la verza e i pelati portando a cottura piano piano.
La verza l’ho cucinata tutta così ma non l’ho naturalmente usata tutta per il ripieno, le dosi sono indicative, regolatevi voi in base ai ravioli che volete fare, deve restare bella asciutta e saporita
                                                                                                                                                                  
Prendete un po’ di verza mettetela nel frullatore assieme ai wurstel, io avevo dei wurstel alle cipolle, come detto sopra potete sostituirli con del tofu o del seitan, una volta frullato aggiungete della fecola per addensare il tutto, procedete quindi a tirare la pasta e a fare i vostri ravioli                                        
                         

                        

                        
che disporrete su dei vassoi spolverati di farina in modo che i vostri ravioli non si attacchino
 
Dedicatevi ora al sughetto: tritate il più finemente possibile gli scalogni con l’aglio e il peperoncino e mettete il tutto in una larga padella con dell’olio, cuocete per circa 10 minuti girando in continuazione e aggiungendo un goccio di acqua calda in modo che lo scalogno si cuocia bene senza bruciare.
Frullate le nocciole con la menta che andrete ad aggiungere agli scalogni assieme alla crema di riso, ammalgamate il tutto per un paio di minuti.
Tenete in caldo il sughetto nel quale andrete a scolare prendendoli con una schiumarola i ravioli cotti, i mie sono cotti in circa dieci minuti, dipende dallo spessore della pasta, cercate di ammalgamare al sugo senza girirarli troppo per evitare di rommperli

Ps: La farina di grano saraceno conferisce un sapore sicuramente unico, provare per credere 😉 Buon appetito.

Questa voce è stata pubblicata in Pasta fatta in casa, Primi piatti, salse e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Ravioli neri con verza

  1. CucinoinCina ha detto:

    Mamma mia Chicca quanto son belli! Anch’io amo il grano saraceno: il gusto è particolare, o lo detesti o lo adori! 😀
    Ma quanto li ami i tuoi uomini per fare questi lavoroni in cucina anche in infrasettimanale!! Da noi la pasta fatta in casa è una coccola domenicale e manco per tutte le domeniche….sarà che ho la bambina piccola, non ho la sfogliatrice, ma non ce la faccio, hai dei ritmi incredibili! Complimenti anche per questo!! 🙂
    PS. mi piace molto di più la nuova foto che hai in intestazione: se non erro, è una tua crostata !!!!!

  2. Felicia ha detto:

    Favolosi!!! adoro il grano saraceno, lo uso spessissimo, sei una vera maga della pasta, i ravioli come li fai tu sono inimitabili!!!! La prossima volta che veniamo a Como ravioliiiiiiiiii. Un bacione 🙂

  3. Raffy77 ha detto:

    Sei un ciclone in cucina! 😛 Che bontà!
    Anche il mio uomo non ha orari fissi…che dobbiamo fare…ci tocca tenerceli ! 😀

    • Chicca66 ha detto:

      Non sono il ciclone che vorrei essere, e tu ne sai qualcosa, un giono si e uno no 😦
      Sarà che sento il cambio stagione!
      I nostri uomini ci tocca proprio tenerceli 🙂

  4. Elettra ha detto:

    Uff, mi ha preceduta Felicia: comunque se li devi smaltire via, sai dove trovare me ed il Nic 😉
    Baci e buona serata, Ele.

  5. Mimì ha detto:

    I tuoi primi sono davvero troppo gustosi ed invitanti…
    Appena li ho visti in foto ho pensato che li avessi fatti con farina di grano arso, ed invece hai utilizzato il grano saraceno, Felicia ti ha contagiata, in bene ovviamente!
    Complimenti… Sei la maga dei primi e del pane!!
    A proposito, quant’è che non pubblichi una ricetta di pane!

    • Chicca66 ha detto:

      Grazie mimì, purtroppo ho finito la farina di grano arso 😦 E anche Aldo ne è sprovvisto! Devo aspettare che arrivi oppure me la manda Paola che si è già carinamente offerta di mandarmela 😉
      Per quanto riguarda il pane vedrai domani una bellissima focaccia! Il pane faccio spesso lo stesso quindi per quello che non publico 😉

  6. Concita ha detto:

    Mamma mia Chicca ho appena finito di cenare (lo so… è tardi) ma vedendo sta squisitezza mi sta venendo l’acquolina in bocca…. i ravioli spettacolari, ma quella salsa con le noccioleeeee… che bontà! Sei bravissima 🙂
    un bacio

  7. Chicca66 ha detto:

    Ciao Tesoro grazie mille 🙂
    PS: oggi non riuscivo a lasciare commenti nel tuo blog 😦

  8. Concita ha detto:

    Non fa niente Chicca.. non preoccuparti, l’importante è leggergi a vicenda e stare vicine, consigliarci, pensarci ^_^
    (non so cosa abbia il blog che non va… vabbè fa niente..)
    smack 🙂

  9. chicca66 ha detto:

    E no cara Concita, bisogna risolvere il problema, i commenti fan sempre piacere! Anche in quello di Elettra ho lo stesso problema 😦 Prova ad informarti 🙂 Bacione

  10. Pingback: Ravioloni con zucca e verza | Magie Vegan di Chicca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...