Minestrone d’avena con kombu


L’arrivo dell’autunno, stagione che io adoro, mi ha fatto venire voglia di un bel minestrone caldo e cremoso! Minestrone ricco e nutriente, nei miei primi cerco sempre di mettere tutti i principi nutritivi essenziali, e in questo ci sono proteine e carboidrati in abbondanza in più ho aggiunto l’alka kombu che è una delle alghe più usate e nutrienti. Vi riporto un po’ di notizie riprese da wikipedia:
l’alga kombu è molto usata in cucina per insaporire e addolcire in modo naturale, per ammorbidire altri cibi o semplicemente come una qualsiasi altra verdura.
È un’alga ricca di polisaccaidi e minerali come ferro, calcio, iodio, magnesio, e viene raccomandata in casi di sclerosi, nel trattamento delle artriti, nell’iper e ipotensione, negli squilibri ghiandolari, nelle malattie polmonari, e cardiovascolari, malattie della tiroide, come anche nella prevenzione delle malattie degenerative.
L’acido alginico di per sé non è digeribile ed ha un forte potere legante, agisce come un depurativo naturale dell’intestino, raccogliendo le tossine lungo le pareti del colon e consentendo la loro naturale eliminazione; la kombu rinforza anche l’intestino e una preparazione giapponese conosciuta come shio-kombu è stata usata per molti secoli come rimedio per la colite. La shio-kombu si prepara ammollando la kombu e tagliandola in quadratini, cucinandola con shoyu ed acqua finché non sia morbida e l’acqua non sia del tutto evaporata. Ne vengono serviti alcuni pezzetti ad ogni pasto.
La kombu è anche ricca di acido glutammico, la versione naturale della sostanza aromatizzante detto glutammato monosodico, oggi sintetizzato chimicamente a partire dalla melassa.
La kombu contiene anche due zuccheri semplici: glucosio e mannitolo, importanti per i diabeti poichè non elevano il tasso di glucosio nel sangue.
È una delle alghe più ricche di iodio e per secoli i cinesi l’hanno usata per curare il gozzo endemico. In Estremo Oriente, la kombu è consumata regolarmente.
Contiene anche certi amminoacidi che agiscono da leggeri stimolanti delle membrane mucose e del sistema linfatico ed ha una funzionalità regolatrice dell’alta pressione sanguigna, specialmente negli anziani. Poiché promuove un assorbimento ed una distribuzione equilibrata delle sostanze nutritive nel corpo, la kombu è anche benefica sia per le persone in sovrappeso che in sottopeso, aiutandole a ripristinare il peso ottimale.

E poi che dire dell’avena! Cereale che io adoro e dalle innumerevoli proprietà, ricca di fibre, e tra le fibre solubili dell’ avena troviamo infatti i preziosi beta-glucani, che aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo. Inoltre i beta-glucani hanno la capacità di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, di conservare l’ equilibrio degli zuccheri nel sangue e dell’ insulina e di migliorare la funzionalità intestinale.
Ma vi riporto questo LINK dove potete trovare tante notizie interessanti su questo cereale ancora troppo poco usato secondo me.

Ingredienti:
70 g di avena per persona
fagioli borlotti freschi (o secchi)
piselli (non in scatola)
carote
sedano
cipolla
alcune foglie di verza
alloro
2/3 cm di alga kombu per persona
sale (o miso)
olio a crudo

Procedimento:
Questo minestrone è leggero ma molto saziante, tutti gli ingredienti vengono messi a freddo e portati a cottura, solo una volta impiattato se lo gradite darete un giro di olio a crudo. Tritate le verdure finemente, aggiungete l’alga kombu dopo averla ammollata e tagliata a piccolo quadratini

Coprite e cuocete lentamente circa un ora, l’avena cuocendo diventerà cremosa

Le verdure verranno avvolte da questa crema, e credetemi ad ogni cucchiaiata il vostro palato vi ringrazierà di questa delizia, semplice, genuina e nutriente sotto tutti gli aspetti

Ps: impariamo a volerci bene anche con dei  piatti semplici come questo 😉

Questa voce è stata pubblicata in Minestre che zuppa e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Minestrone d’avena con kombu

  1. Flavia ha detto:

    Chicca…. è Stupendo.. Immagino già il Filo di Olio a Crudo.. magari un pizzico di Pepe… Bello Caldo e Fumante.. ma sai che lo mangerei anche ora ??!!! Bacissimiii

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao cucciolotta 🙂 Finite le vacanze è, matta che non sei altro, ho visto le foto su Fb 😉
      Io ho messo un pizzico di peperoncino e niente olio 🙂
      Baciottoloni!

  2. CucinoinCina ha detto:

    Interessanti le notizie sulla Kombu: l’Asia è davvero grande perchè nella mia zona ancora non l’ho trovata….
    Quì è ancora caldo e cereali e legumi li preparo in insalata ma ti dico che il tuo minestrone è davvero invitante! Allora per noi lo preparo e lo mangiamo tiepido ! 😀

  3. Felicia ha detto:

    Adoro i minestroni ma non l’autunno!!!!! questa è una bontà infinita…… la cremosità di questo minestrone mi ha fatto venir una voglia terribile!!!! una ricetta fantastica!!!! Io la kombu la devo frullare, Fausto non ama le alghe, così non la vede e non la sente….. è consapevole che aggiungo sempre l’alga. 🙂

    • Chicca66 ha detto:

      Felicia credo che se abitassi a Cremona l’unica cosa che non amerei dell’autunno sarebbe la nebbia, qui da noi c’è raramente 🙂 I miei uomini mangiano le alghe quasi sempre senza saperlo e come vedi qui le ho tagliate a quadratini piccoli, anche se devo dire che la kombu anche a mè a pezzi grossi non fa impazzire 😉

  4. Paola ha detto:

    Ciao Chicca, questo minestrone ha un aspetto davvero appetitoso!
    Mi potresti dire come ti regoli con la quantità di liquidi per ottenere questa cremosità?
    ciao e grazie da un’assidua lettrice.

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Paola, benvenutissima nel blog 😛 Sinceramente vado ad occhio con l’acqua, però l’avena di solito si calcola 1 parte di cereale e 2 di acqua, io ne metto un pochino di più, poi devi calcolare le verdure, devi stare attenta perchè l’avena quando è quasi cotta tende ad attaccarsi facilmente al fondo 🙂
      Continua a seguirci e buona domenica 🙂

  5. Raffy77 ha detto:

    Lo faccio sempre anch io il minestrone con l’avena, ma la riducono in fiocchi al momento di cucinarla con la fioccatrice,così mantiene tutte le proprietà nutrizionali e il tempo di cottura è di 10 minuti a fuoco lento…deliziosa e molto saporita !!!

  6. Chicca66 ha detto:

    Reffy, ho appena ordinato l’essecatore dal nostro amico Aldo, non farmi venire voglia anche della fioccatrice 🙂

  7. Raffy77 ha detto:

    Si,si anche la fioccatrice!!! 😉 😀

  8. Chicca66 ha detto:

    Quanti errori ho fatto in una frase, Reffy invece di Raffy e essecatore invece di essicatore 🙂 Forse è il caso che vada a nanna… Sono un po’ stanca 🙂 Ciao Raffy, rifletterò sulla fioccatrice 😛

  9. MaVi ha detto:

    Beh i fiocchi di avena si trovano anche in vendita, se non se ne consumano troppi forse sono più convenienti… io ce ne ho una busta da mesi! non li mangio a colazione, soltanto una cucchiaiata ogni tanto per compattare gli impasti… Anche per non riempirsi la cucina di utensili che alla fine non si usano… Io l’essiccatrice (ingombrante) sono riuscita a ficcarla in una cassapanca, e praticamente la uso due volte all’anno… (comunque è stato un acquisto di Stefano!)
    Queste zuppe sono piatti che a vederli non esercitano una grande attrattiva, ma quando se ne prende una cucchiaiata… un mondo di sapore! si chiede anche il bis! E’ la migliore cucina ecozoica per tutti i giorni, feriali e festivi! La tua zuppa poi avrà sicuramente una spezia in più! (per non fare brutti paragoni con le automobili!)
    😉

  10. Chicca66 ha detto:

    Grazie MaVi 🙂 Hai ragione forse non sono scenosi questi piatti e attrattivi, ma poi gustandoli li si apprezza molto!
    Io l’essicatore ho intenzione di usarlo parecchio, spero non sia una delusione 😉

  11. Elettra ha detto:

    A me, anche solo a vederlo, questo piatto mi fa un’acquolina !!!
    Te lo copierò di sicuro all’arrivo del freddo freddo freddo.. 😉

  12. Mimì ha detto:

    Con questo freddino autunnale questa zuppa così nutriente e ricca di principi nutritivi è il massimo che si possa chiedere. Un piatto unico, completo, ricco e buonissimo!
    Sei una cuoca eccellente

  13. Pingback: Minestra d’avena e cavolini | Magie Vegan di Chicca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...