Crostata alla frutta


Ed eccovi la torta preparata per il compleanno del papi, ne ho preparate 2 versioni, una con la base di crema pasticcera e una con base di marmellata di pesche che avevo fatto io e che vi mostrerò! La ricetta per la frolla e la crema pasticcera sono prese dal libro “la cucina etica dolce”. Io vi dò le dosi per una teglia di 24 cm, io ho raddoppiato le dosi facendo una teglia da 32 cm più quella da 24.

Ingredienti per la frolla:
250 g di farina  00 (ho usato farro)

125 g di burro di soia (o margarina non idrogenata)
70 g di zucchero di canna
50 g di latte di soia alla vaniglia (anche meno)
1 limone (la scorza)
1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:
600 g di latte di soia alla vaniglia
30 g di farina 00
15 g di amido di mais
30 g di burro di soia ( o margarina non idrogenata)
60 g di zucchero di canna chiaro
1 pizzico di vaniglia in polvere
1/2 cucchiaino di curcuma (o 1 bustina di zafferano)

Per guarnire:
frutta a piacere

Procedimento:
Preparate la crema, in una ciotola amalgamate la farina, l’amido, il pizzico di vaniglia e la curcuma con 100 g di latte, mescolate bene sciogliendo eventuali grumi.
In un pentolino sciogliete a fuoco basso il burro aggiungendo il restante latte con lo zucchero e la scorza di limone, portate a bollore unite la farina e l’amido sciolti cuocete per circa 5 minuti fino ad addensarsi spegnete e versate in una ciotola coprendo a contatto con della pellicola.
Preparate ora la frolla: tagliate a tocchetti il burro e lasciate ammorbidire a temperatura ambiente.
Setacciate la farina sul piano di lavoro, disponetela a fontana, aggiungete al centro il burro, lo zucchero e la scorza di limone; aggiungete un goccio di latte che vi aiuterà a compattare bene l’impasto, fate la classica palla ricopritela e fatela riposare in frigo per 30 minuti.
 
 
Stendete la frolla con il mattarello ad uno spessore di circa 4mm, fate le misure con la tortiera, tagliate un cerchio regolare che andrete a bucherellare, in questo modo avrete una base regolare, ricoprite la base con dei fagioli o dei ceci infornate a 180° per circa 20/30 minuti.
Mescolate con una frusta la crema che andrete a versare nella base una volta fredda, livellate bene, ora cominciate a decorare con la frutta partendo dal bordo disponendo in modo concentrico dall’esterno verso l’interno
 
Io le ho spennellate con della gelatina di agar agar neutra, in questo modo la frutta resta bella lucida anche se la preparate il giorno prima!
Questa è quella con la base di marmellata fatta per il nonno che non ama le creme 😉

Questa voce è stata pubblicata in Dolci. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Crostata alla frutta

  1. Felicia ha detto:

    Fantastiche!!!! bellissime, buonissime….. un super compleanno 🙂 la perfezione assoluta, bellissimo l’accostamento cromatico e la disposizione della frutta. Mi inchino dinnanzi a tanta maestria. Sei straordinaria. Complimenti 🙂

  2. Carlotta ha detto:

    Ciao! Seguivo con entusiasmo le tue ricette su VB e ora finalmente ti ritrovo. Sei bravissima e continuerò a seguirti perchè le tue ricette che ho copiato sono diventate ormai “di famiglia”-una per tutte la tua torta di mele.
    Carlotta (carali su VB)

  3. Flavia ha detto:

    La Crostata è sempre un Successone.. Complimenti.. ma poi Coreograficamente hai fatto uno Spettacolooo…!!! Bacino

  4. Chicca66 ha detto:

    @Grazie Feli, ma mi metti in imbarazzo 😳 la maestria la devo ancora imparare 😉
    @Carlotta grazie mille dei complimenti 🙂 Felicissima che le mie ricette ti piaccian tanto 😉
    @Fla la rifarò quando tutti saran tornati e faremo una delle nostre cene abbuffate 🙂 BAcio

  5. MaVi ha detto:

    Tanti auguri al marito leonino, fortunato mangiatore di questa splendida crostata di frutta…
    Un piccolo appunto ecozoico, lo sai che sono fissata con la stagionalità… le fragole sono fuori stagione e l’uva un po’ troppo precoce… la vedrei più estiva con lamponi al posto delle fragole e prugne gialle al posto dell’uva!
    per scegliere delle alternative somiglianti!
    abbraccio ovale
    😉

  6. Paola ha detto:

    E ci siamo persi pure il compleanno del Papi! E vabbè! Tantissimi auguri, anche se in notevole ritardo!!! Questa torta è semplicemente perfetta! Bravissima!

  7. Elettra ha detto:

    E’ stupendissima, un tripudio di frutta, colorata e saporita !
    Il papi sarà stato contentissimo…
    Baci, Ele.

  8. Chicca66 ha detto:

    @Mavi grazie 😉 Non voglio contraddire il tuo consiglio ecozoico, ma le fragole e l’uva sono riportate in diverse tabelle sulla stagionalità anche in questo mese vedi ad esempio questa http://www.tibiona.it/shop/files/stagionalita.pdf queste che ho usato sono comprate ma io ho un vicino di casa e mio fratello che nell’orto raccolgono ancora delle belle fragole 🙂 Pensa che il papi voleva i kiwi e l’ho scridato 😛 perchè i kiwi si sono fuori stagione 🙂 Un abbraccio ovale
    @Paola il papi ringrazia 🙂 Chissà se avrò mai il piacere d’averti ospite qui da me per farti una torta così 😉
    @Elettra si il papi ha gradito molto e mi ha dato soddisfazione 🙂 Bacio

  9. MaVi ha detto:

    Questo è il motivo per cui diffido delle varie tabelle di stagionalità in circolazione… perché non riportano le varietà prese in considerazione e la zona di coltivazione. Sono troppo generiche…
    Io mi regolo con quello che si produce nella mia zona, e da noi le fragole al massimo si trovavano fino a giugno (e comunque se fai un giro in google vedrai che la maggior parte dei siti indicano come periodo delle fragole aprile-giugno, al massimo luglio per quelle selvatiche di bosco).
    Forse questa estate fresca quest’anno ha protratto i raccolti (pensa che ho i ciclamini in fiore in pieno agosto!), oppure a nord la fragola ha un’altra stagionalità, chiedi a tuo fratello se è normale raccoglierle a fine agosto!
    Per l’uva da noi è ancora presto… ma è probabile che qualche varietà sia più precoce in altre zone. Solo che io per la frutta preferisco mangiare le varietà locali a km zero per essere sicura che non facciano troppa strada dall’albero alla tavola, e che quindi non siano piene di conservanti! Ora sono inondata da pesche e fichi!
    Hai fatto benissimo a escludere il kiwi! una coltura antiecologica che prosciuga le falde acquifere!
    abbraccio ovale
    😉

  10. Chicca66 ha detto:

    @Mavi sai che anch’io la penso come te, ma in questa occassione concedimi lo sgarro, per quanto riguarda i kiwi aspetto sempre quelli del nonno Quinto che crescono ormai da hanni in modo spontaneo e anche quest’anno sembrano abbondanti 😉
    Abbraccio ovale come sempre!

  11. Mimì ha detto:

    Io adoro le crostate di frutta, sono sempre stato il mio dolce preferito, e finalmente sapere che mi è possibile prepararmela anche in versione vegan è una vera gioia per me 🙂
    Auguri in ritardi al papi e complimenti per la preparazione di questa e la seconda crostata con la marmellata, un’alternativa molto interessante! 😉

  12. coraline ha detto:

    ciao chicca!! finalmente ho un minuto per scriverti… vorrei chiederti perchè metti fagioli e ceci come base?

    • Chicca66 ha detto:

      Ciao Coraline, si mettono i fagioli o i ceci per non fare alzare la frolla in cottura, i pasticceri usano delle specie di biglie che ho scoperto si trovano in commercio! Sarà uno dei prossimi acquisti 😉

  13. Camilla Lotti ha detto:

    posso sapere a quanto corrispondono 50 grammi e 600 grammi di latte… in litri quanti sono?

  14. Pingback: Wadai – frittelline indiane (compleanno) | Magie Vegan di Chicca

  15. Pingback: Cioccolatini alle nocciole | Magie Vegan di Chicca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...